Corrieri col vizietto del furto e spacciatori nella rete dei carabinieri

In manette un magazziniere e un corriere di una nota ditta per aver rubato merce per 20 mila euro. Nella rete anche un pizzaiolo spacciatore

carabinieri novara refurtiva

I Carabinieri della Compagnia di Novara hanno dato esecuzione ad un servizio coordinato cui hanno preso parte tutte le Stazioni dipendenti che, tra il 2 ed il 4 settembre hanno eseguito controlli su 583 soggetti e 255 veicoli.

I principali risultati delle attività sono stati gli arresti operati nell’ambito del contrasto alla diffusione degli stupefacenti. Si tratta di tre arresti in totale, due dei quali in flagranza di reato per la violazione dell’art.73 del DPR 309/90 (detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti) con il complessivo sequestro di oltre mezzo kilogrammo di marjuana, si otre duecento grammi di cocaina e di una piccola quantità di hashish. Un terzo arresto è stato eseguito su ordine dell’A.G.

In particolare il 2 ottobre, a Casalino (NO), i militari delle stazioni di Cameriano di Casalino e di Biandrate (NO) hanno tratto in arresto G. A., italiano, classe 1976, residente in Casalino. Lo stesso, sottoposto a controlli, al termine della perquisizione personale, veicolare e domiciliare veniva trovato in possesso di 200 grammi di cocaina, 40 grammi di marijuana, 2 piante di marijuana, hashish.

Due giorni dopo a Novara, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto F. E., albanese, classe 1983, residente in città, pregiudicato. Il predetto, all’interno di pertinenza dell’esercizio pubblico da lui gestito (un bar Pizzeria) al termine di una perquisizione condotta con l’ausilio dell’unità cinofila (il cane “Quark”) del Nucleo CC Cinofili di Volpiano, nascondeva  500 grammi di marijuana.

Il 4 ottobre, infine, i Carabinieri della Stazione di Novara hanno tratto in arresto nella flagranza dei reati di furto aggravato in concorso e ricettazione un magazziniere, e un autista di una notissima ditta di trasporti/corriere. Sorpresi subito dopo essersi impossessati di un pacco contenente merce per un valore di euro 445, hanno subito una perquisizione nei rispettivi domicili e sono spuntati  orologi, capi ed accessori di abbigliamento, palloni da calcio, borse, zaini, consolle “play station”, pentolame e giocattoli per un valore complessivo di euro 20.000 circa, sottratti nei giorni precedenti in danno della ditta di trasporti al cui personale ispettivo, previo riconoscimento, venivano restituiti.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 05 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore