Dalle Alpi ai Carpazi: gli italiani in guerra tra i monti, un secolo fa

A Duemilalibri Alessio Franconi presenta il suo volume fotografico "Si combatteva qui! Nei luoghi della grande guerra 1914-1918". Raccontando la Grande Guerra in Italia, ma anche la guerra degli "altri italiani": trentini e giuliani sudditi dell'Imperatore

Italia Mondo generiche

Ci sono le cime innevate delle Alpi e il pertosse altopiano carsico, ma ci sono anche le praterie e i boschi dei Carpazi, al confine tra Ucraina e Russia. A Duemilalibri Alessio Franconi presenta il suo volume fotografico “Si combatteva qui! Nei luoghi della grande guerra 1914-1918”. Che racconta la Grande guerra degli italiani o meglio due guerre, quella dei sudditi del Regno d’Italia e quella di chi – italiano di stirpe – combatté nell’esercito dell’Impero Austro-Ungarico.

Gli scenari dove si è combattuta la Prima guerra mondiale sono oggi avvolti nel silenzio di una natura maestosa e la sofferenza e la suggestione di quel che avvenne cento anni fa si può solo immaginare. Nato dalle esplorazioni fotografiche dell’autore sui fronti della Grande Guerra, il volume offre un approccio originale e mai evocato alla storia e alla memoria della Prima guerra mondiale.

Nella prima parte il volume offre un quadro sintetico, ma completo e accessibile a tutti, degli avvenimenti di una linea del tempo che mette in evidenza i fatti più importanti, grazie all’ausilio di infografiche e di icone che chiariscono immediatamente i fatti salienti e le forze in campo. La seconda parte, il cuore del libro, consiste in un album fotografico creato e commentato dall’autore, ritornato nei luoghi dove si combatté, sia sulle Alpi che sul fronte orientale, per immortalare immagini di territori segnati per sempre dalla storia. Nella terza e ultima parte del volume una serie di schede sintetiche permettono al lettore di ritornare nei luoghi in cui sì combatté per trovare le tracce e orientarsi tra trincee, forti e camminamenti.

Come i più attenti intuiranno già dalle date citate nel titolo, la novità storiografica e iconografica del volume consiste nel trattare per la prima volta il fronte orientale, nell’attuale Ucraina, dove combatterono molti soldati di origine italiani, ma nati sotto l’Impero austroungarico. Trentini, tarvisiani, giuliani di Trieste e del litorale, troppo spesso dimenticati dalla storia d’Italia.

Appuntamento a Gallarate, sabato 13 ottobre,  ore 16.00, al ridotto del Teatro Condominio. Introduce Roberto Morandi, VareseNews.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore