Dibattiti, tradizioni dei bambini e the alla menta: la settimana dell’Intercultura

Seconda edizione dell'iniziativa che coinvolge le scuole dalle materne alle medie, primo luogo d'incontro e confronto

C’è la convivenza che i bambini sperimentano tutti i giorni, c’è quella a volte meno facile tra i genitori, ma c’è anche la necessità di costruire strumenti e percorsi, dentro alla scuola. C’è tutto questo dentro la “Settimana dell’Intercultura”, animata dagli istituti comprensivi – dalle materne alle medie – di Gallarate, la città già multietnica della provincia.

Galleria fotografica

Settimana intercultura 2018 4 di 8

Giunta alla seconda edizione, la Settimana dell’intercultura è intitolata “A scuola senza confini”: al centro c’è l’idea di non far solo vivere l’una a fianco all’altra le diverse culture di provenienza delle famiglie, ma di farle dialogare. Passare, appunto, dalla realtà multiculturale all’approccio interculturale.

Non è facile, né immediato, va riconosciuto. I bambini lo fanno con immediatezza, guidati dai docenti: la diversità sono le bandiere da scoprire, ma anche le differenti tradizioni (persino tra diverse parti d’Italia).  Per gli adulti sono gli strumenti di lavoro da affinare: duecento gli insegnanti che hanno partecipato all’evento di formazione per i docenti, un centinaio i partecipanti alla serata, che ha messo a confronto – tra gli altri – Ebenezer Heungna, collaboratore presso l’Università Cattolica, Souheir Katkhouda, fondatore dell’Associazione Donne Musulmane in Italia, ma anche il coordinatore dell’Ufficio Scolastico Merletti, un imam, un sacerdote, i giovani dell’Azione Cattolica.

Momento finale di festa sabato 27 ottobre mattina alla scuola elementare del quartiere Sciarè (l’IC De Amici è coordinatore del progetto), con bambini e molte famiglie, canzoni, l’esposizione dei lavori dei bambini, the verde marocchino e tisana alla melissa del Perù.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Settimana intercultura 2018 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore