Furti e ricettazioni in Nord Italia, sei arresti

I carabinieri di Novara chiudono il cerchio dell’operazione “Prometeo”: dal 2016 indagavano su colpi in tre regioni

Avarie

In carcere erano già finite 35 persone per quei furti in batteria che come le incursioni barbariche razziavano intere aree del nord Italia e divisi su tre regiopni Piemonte, Lombardia e Liguria.

Così nel febbraio 2018: era l’operazione “Prometeo”, portata avanti dai carabinieri di Novara, che nei giorni scorsi hanno chiuso il cerchio attorno ad altri malviventi implicati i questi colpi.

Si tratta, infatti, di una vera e propria associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione del bottino di numerosissimi furti in abitazione messi a segno fra il 2016 e il 2018.

L’ultima fase dell’operazione ha portato in carcere sei persone, colpite da ordinanza di custodia cautelare implicate nel “secondo livello” dell’organizzazione, cioè quello che permetteva di trasformare in liquidità i valori sottratti – prevalentemente monili e gioielli – e a riprova di questo, fra le contestazioni, è inserita anche la ricettazione.

Le indagini sono partite dal sequestro di una fonderia clandestina individuata in via Giacosa a Milano nel marzo 2016 dove gli oggetti d’oro rubati venivano fusi in lingotti artigianali per poi essere rivenduti.

La pista degli investigatori ha portato dritto al campo nomadi di via Bonfardini a Milano dove nelle prime ore di oggi sono stati arrestati, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Milano i capi di un’associazione a delinquere composta da cittadini di etnia Sinti di origini abruzzesi che comandavano in quella zona.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore