La Fiba “incorona” Varese, ma mercoledì c’è un Porto da battere

Biancorossi primi nel ranking della Coppa: primo match interno alle 20,30 contro i lusitani. L'analisi di coach Jemoli: «Attenzione all'asse play-pivot»

Openjobmetis Varese - Dolomiti En. Trento 93-85

«Pallacanestro Varese ha impiegato due quarti per chiudere la partita contro il Rilski Sportist, e ciò ha permesso ai biancorossi di guadagnare il primo posto nel Power Ranking. Le vittorie su Brescia e Trento sul fronte interno della Serie A non fanno altro che rafforzare la loro posizione come squadra da battere nella Fiba Europe Cup».

È una incoronazione in piena regola quella fornita dalla Fiba alla Openjobmetis alla vigilia della prima partita interna di coppa, quella che vedrà la squadra di Caja ospitare il Porto con palla a due alle 20,30 di mercoledì 24 ottobre. Il Power Ranking di Fiba Europe Cup – è bene specificarlo – è compilato da un pool di esperti e ha carattere soggettivo, senza parametri scientifici alle spalle, ma è bello comunque notare la considerazione che continua ad avere Varese a livello internazionale, ottenuta anche grazie ai risultati recenti.

La partita di Masnago metterà di fronte ai biancorossi un’avversaria che ha la necessità di vincere, al di là di un pronostico che vede favoriti Ferrero e compagni. Il Porto aveva infatti velleità di Champions (ma ha perso due volte nelle qualificazioni contro il fort Nihnzy) ed è stato battuto in casa nel primo turno dagli ungheresi del Fehervar. Un KO a Varese allontanerebbe subito i biancoblu dalla zona qualificazione, ma allo stesso tempo la Openjobmetis sa che per evitare rischi deve mantenere immacolato il ruolino nelle partite interne. E poi colpire fuori casa come è avvenuto in Bulgaria.

matteo jemoli basket
Matteo Jemoli (Assistente Allenatore Pall. Varese)

GLI AVVERSARI – Con Matteo Jemoli

«Il Porto arriva da un ko interno in campionato piuttosto inatteso e dovremo tenere conto anche di questo. Dal punto di vista tecnico, si tratta di una squadra votata all’attacco che fonda il suo gioco sull’asse play-pivot formato dal croato Toni Prostran e dal serbo Sasa Borovnjak. Prostran è un regista capace di creare sia dal palleggio sia dal pick’n’roll mentre Borovnjak è un lungo all’antica che ama ricevere spalle a canestro e che si alterna bene con l’ala forte, Boris Barac, il giocatore che invece offre giocate più di talento e può andare un po’ fuori dai giochi. L’altro straniero da tenere d’occhio è l’americano Will Sheehey, tecnica pulita e buon arresto e tiro. A Masnago rientrerà poi il play Pedro Pinto che fa parte della pattuglia dei portoghesi insieme ai vari Bastos, Soares e Queiroz.
LA CHIAVE: «Sulla carta il Porto è squadra migliore del Rilski che abbiamo battuto in Bulgaria: segna parecchio, ha perso di misura contro l’Alba nel primo turno e prova ad essere aggressivo in difesa. Se però faremo muovere la loro retroguardia con una buona circolazione di palla, dovremmo riuscire a trovare spazi per attaccare con buone percentuali».

CLASSIFICA (Girone F): VARESE, Alba Fehervar 1-0; Porto, Rilski Sportist 0-1.

DIRETTAVN

La partita dell’Enerxenia Arena sarà raccontata in diretta da VareseNews attraverso un liveblog aperto fin dal martedì: all’interno notizie, curiosità e il sondaggio/pronostico prepartita. Per intervenire sono a disposizione sia lo spazio commenti sia gli hashtag #direttavn ed #eurovarese su Twitter e Instagram.

VAI AL LIVEBLOG

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore