La salute è questione di scelte: ciclo di incontri al comprensivo Campo dei Fiori

Tornano gli incontri serali aperti ai genitori dei sei plessi del comprensivo e ai residenti. Primo appuntamento lunedì 22 ottobre a Barasso

locandina incontri salute

L’Istituto Comprensivo “Campo dei fiori” di Comerio anche quest’anno propone un ciclo di incontri serali aperti alle famiglie e alla cittadinanza per parlare di SALUTE.

Da quattro anni, oltre alle molte iniziative rivolte agli studenti, la Commissione Salute di Istitutocomposta da docenti e genitori in rappresentanza dei sei plessi, propone incontri serali; per il terzo anno consecutivo la proposta è quella di incontrarci per parlare di salute affrontando temi di varia natura.

Come lo scorso anno, l’iniziativa registra la partecipazione e il patrocinio dei quattro Comuni del territorio (Casciago, Comerio, Luvinate e Barasso) e di tutte le Associazioni Genitori delle quattro scuole primarie e delle due scuole secondarie di primo grado.

L’Istituto fa parte della “Rete delle Scuole che promuovono Salute” della Regione Lombardia http://www.scuolapromuovesalute.it.

Molte sono le sfere di azione intorno alle quali le forze di docenti e genitori concentrano la propria attenzione: una didattica sempre più inclusiva e mirata al benessere dei ragazzi con il Progetto LIfeSkills Training Lombardia (www.lifeskillstraining.com www.promozionesalute.regione.lombardia.it) per la scuola secondaria e si sta sperimentando il percorso per la scuola primaria, con  giornate-evento comuni ai sei plessi (quattro primarie e due secondarie di primo grado). 

Negli ultimi anni sono stati toccati molti aspetti della Salute: l’alimentazione, lo spreco del cibo, le dipendenze, la prevenzione delle malattie, la conoscenza del nostro corpo ecc.

Anche in questa nuova proposta ci si confronterà su vari temi: Massimo Crugnola (Agricoltore biologico) e Francesca Perazzolo (Dott.ssa in Scienze Agrarie) guideranno ad una riflessione sul cibo e delle sue connessioni con tutti gli aspetti della vita personale e della società in generale; durante la serata dedicata alla
sicurezza e alla prevenzione del rischio i sei plessi esporranno alle famiglie e al territorio il lavoro fatto durante la giornata evento dedicata a questo tema e vari esperti, fra cui la Dott.ssa Lara Sirna RSPP dell’Istituto, la Protezione Civile VALTINELLA e A.R.E.U. (Azienda Regionale Emergenza Urgenza) Varese, offriranno sguardi diversi e competenti su un argomento veramente centrale per la salute di tutti; la Condotta Slow Food di Varese proporrà dei laboratori pratici per “toccare con mano” quanto le nostre scelte alimentari quotidiane siano importanti per la società in cui viviamo; con E.O.S.Varese (Centro di ascolto e accompagnamento contro la violenza alle donne e ai minori), con il Dottor Marino Vincenzo (Psichiatra e psicoterapeuta) e con la Prof.ssa Alessia Maineri (autrice del libro “Tulipani a dicembre”) ci si addentrerà in un tema delicato come quello della violenza e delle dipendenze affettive. Al termine verrà data la parola ai ragazzi della terza della scuola secondaria di Casciago e Comerio che, con la preziosa collaborazione del personale sanitario dell’U.O.S. Promozione della salute dell’ATS–Insubria, ci racconteranno il percorso triennale che concluderanno quest’anno sulle Life Skills.

La Dirigente Claudia Brochetta commenta: «Sostenere ed accompagnare i nostri alunni nella loro crescita culturale e personale è la missione più alta della scuola; nel nostro curriculum benessere e salute, di per sé diritti imprescindibili per ogni individuo, occupano un posto di rilievo perché siamo convinti che stare bene a scuola garantisca le migliori condizioni per l’apprendimento e le relazioni. Con le serate aperte ai genitori ed al territorio intendiamo condividere il nostro percorso, consapevoli dell’importanza della collaborazione scuola-famiglia su questo versante così importante».

«Questi incontri vogliono essere innanzitutto occasione di scambio e di incontro: per imparare cose nuove, per esplorare la realtà con occhi diversi, per metterci in gioco e pensare tutti insieme alla salute di ciascuno e di tutti. Vorrei citare questa frase: “(…) La promozione della salute è il processo che consente alle persone di esercitare un maggiore controllo sulla propria salute e di migliorarla. (…)” (Ottawa Charter for Health Promotion. WHO, Geneva, 1986). Credo fermamente che nessuno si possa esonerare da questo processo che può e deve essere collettivo, oltre che personale» conclude Cristina Carcano referente Salute dell’Istituto.

La SALUTE è una questione di SCELTE!
Adottare buone abitudini quotidiane a casa e a scuola: questa è la sola chiave di un possibile cambiamento!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore