Ricoverata nella barellaia del PS : “Qui sto male, si è toccato il fondo”

Una lettrice si lamenta delle condizioni difficili di ricovero in pronto soccorso in attesa di un posto in corsia. L'azienda blocca tutti gli interventi per liberare i letti nei reparti

barellaia

Sovraffollamento in pronto soccorso. Sono giorni difficili all’ospedale di Varese, dopo alcune settimane di gestione norma e e tranquilla.

Gli accessi degli ultimi giorni, a partire dallo scorso fine settimana, stanno provocando un intasamento in Ps con barelle “esaurite” e pazienti in attesa di un posto letto in reparto.

È scattato il “livello 3” del piano di gestione del sovraffollamento: stop a tutti gli interventi ad esclusione di quelli non differibili. Proprio in queste ore si stanno così recuperando alcuni posti in corsia per accogliere quanti attendono in barellaia anche dalla giornata di sabato scorso ( nel dettaglio due pazienti in attesa dal 14).

Una paziente si lamenta delle condizioni difficili di ricovero in PSi: « Sono in ospedale da martedì mattina alle 8 in preda a dolorosissime coliche, ho fatto l’accettazione, ho fatto gli esami alle 16 (un’ecografia); alle 16.30 i medici hanno deciso per il ricovero, ma da allora sono su una barella, senza notizie di quando sarò assegnata effettivamente assegnata a una stanza in reparto. È un bel problema perché qui sto male, scomoda e devo anche rendere conto al lavoro – spiega la nostra lettrice -. Non voglio fare casino eccessivo o accusare nessuno, ma si è toccato il fondo: c’è gente che attende un ricovero da sabato ed è su una barella di fianco a me. Io ho la schiena a pezzi, sono di fronte alla porta che si apre e chiude di continuo, non è una situazione tollerabile».

Apparentemente, non ci sono cause che stanno provocando l’ultimo intasamento del PS varesino, solo un elevato numero di accessi che richiedono il ricovero. Solo a metà settimana, quindi, l’ospedale prevede di riuscire ad allentare la pressione sul reparto.

Alle 14 di oggi, mercoledì 17 ottobre, 24 dei 44 pazienti in attesa dalla mattina avevano ottenuto un posto letto chi in area medica ( 25 letti a disposizione) chi in chirurgica ( 12 letti liberi) con ulteriori 7 posti in reparto ancora da gestire a seconda della gravità dei casi presenti.

di
Pubblicato il 17 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ce

    Per aprire nuovi posti letto forse si potrebbe risparmiare sul servizio di elisoccorso, in mano ai privati, che continuano a farlo volare anche quando l’ospedale è a 10 minuti di ambulanza o peggio in città!!!!!!!!!!!! Ma tante ormai se non arrivi in elicottero ance di notte non sei nessuno. E questa , compresa la barellaia in PS a Varese, è l’eccellenza della sanità lombarda-

  2. Scritto da diadora

    sappiamo chi ringraziare… con tagli alla sanità, non chiudiamo gli occhi dicendo capita-capiterà ad altri.

Segnala Errore