Serie A: un campionato già deciso?

Durante questo avvio di stagione Juventus e Napoli, si dimostrano ancora una volta protagoniste incontrastate della classifica del campionato di massima divisione

vario

Se Atene piange, Sparta non ride dice un noto proverbio italiano. Trasferito in un contesto sportivo come quello del campionato italiano di Serie A potremmo riferirci a chi durante questo avvio di stagione ha incontrato Juventus e Napoli, ancora una volta protagoniste incontrastate della classifica del campionato di massima divisione. La Juventus durante le prime otto gare ha collezionato otto vittorie consecutive, mentre il Napoli di Ancelotti, pur avendo subito due sconfitte in trasferta, di cui una proprio contro la Juventus di Allegri, è la squadra più quotata come antagonista legittima di questo campionato. L’Inter di Luciano Spalletti dopo un avvio incerto, alla ricerca della sua dimensione di gioco, ha iniziato a vincere e a convincere, pur continuando ad avere amnesie e cali di prestazione durante i 90 minuti. Anche la Roma di Eusebio Di Francesco è tornata a fare risultato dopo le brutte prove contro Chievo e Bologna. Il Milan di Gennaro Gattuso, che deve ancora recuperare una gara contro il Genoa, è per il momento la meno accreditata per fare da antagonista alla Juventus. Il motivo non è dato solo dal posizionamento di classifica, ma anche da come i rossoneri non sono capaci di gestire spesso il risultato acquisito. Il Milan finora ha già subito almeno 3 rimonte, di cui una clamorosa con il Napoli al San Paolo, passando dal vantaggio di 0-2 alla debacle del 3-2 finale. Questo aspetto delle rimonte e di risultati che vengono acquisiti solo durante gli ultimi minuti di gara, rendono questa stagione così intensa ed esaltante. Non solo nel contesto della statistica, ma anche in aspetti più meramente pratici come le quote scommesse e i pronostici di gara. Difficile ad esempio indovinare come può finire una gara come Torino-Frosinone o Bologna-Udinese, dove il risultato non è affatto scontato. Ed è in contesto di questo tipo che la scelta del sito giusto dove giocare la propria scommessa può fare la differenza.

Da un po’ di tempo anche i non addetti ai lavori possono capire l’andamento delle squadre giudicandole da come vengono quotate su un sito che valuta in tempo reale lo stato di salute dei team. Visti i grandi numeri che sono stati realizzati tra il 2013 e il 2017, l’Italia è diventato un Paese estremamente importante per il settore, tant’è che a luglio è entrato in vigore il Decreto Dignità che impone forti vincoli alla pubblicità sul gioco. Il numero di appassionati di scommesse sportive e di calcio è cresciuto in modo esponenziale, durante questi ultimi anni; sempre più utenti decidono di scommettere direttamente online, approfittando di bonus e offerte esclusive che solo questo tipo di circuito attualmente è capace di offrire. In realtà come si è espresso recentemente il parlamento europeo, le televisioni straniere e i siti che operano fuori dal territorio nazionale possono continuare a fare comunicazioni in questo senso, il Parlamento Ue è stato chiaro negli scorsi giorni: nessun divieto verrà applicato alle trasmissioni televisive provenienti da un altro Stato membro e alle relative pubblicità.Questo a dimostrazione di come il settore delle scommesse sportive in Italia abbia ottenuto numeri sempre più importanti durante gli ultimi cinque-sei anni. Non solo calcio, naturalmente, ma tutti i principali sport che vengono seguiti nel nostro Paese, sono al centro di quote, pronostici e dati statistici a cui si può attingere per piazzare la propria scommessa online. Tutto questo in una stagione come quella attuale può dare ancora più una spinta al settore del betting online che si alimenta grazie allo sport e all’hype di eventi come un big match di campionato o una gara infrasettimanale di Champions League.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore