Il sindaco contro lo spray al peperoncino: “Troppe controindicazioni, meglio il taser”

Mirella Cerini replica con una battuta al "dono" ricevuto in consiglio comunale dal consigliere leghista Angelo Soragni e avverte: "Quei buoni possono finire in mani sbagliate"

La fabbrica 4.0 alla Liuc

«Spray al peperoncino? Avrei preferito un taser, è più massiccio e presenta meno controindicazioni per chi lo usa». È stato questo il commento ironico del sindaco di Castellanza Mirella Cerini in seguito al “dono” ricevuto dal consigliere di opposizione della Lega, Angelo Soragni, consegnato durante la seduta del consiglio comunale di lunedì.

La sindaca, che ha accettato la bomboletta offertagli da Soragni, non ha mancato di criticare ancora una volta l’iniziativa leghista di regalare buoni per l’acquisto di una bomboletta alle donne di Castellanza, per di più in un’armeria: «Li vendono anche in farmacia, perchè convenzionarsi con un’armeria? – si è chiesta e ha proseguito – lo spray al peperoncino presenta due problemi: uno è il rischio che finisca in mani sbagliate (e la cronaca ci racconta di molti casi in cui è stato usato per delinquere, ndr) come nel caso della rapina in casa a Marnate o dell’episodio accaduto in un supermercato della città con una cassiera e due clienti intossicati. L’altro rischio è la possibilità che chi lo usa per difendersi si ritrovi, magari per l’agitazione, impossibilitata a fuggire perchè magari qualche particella le finisce negli occhi».

La Cerini si chiede, infatti, con quale criterio siano stati distribuiti questi buoni: «Per un partito un’iniziativa come questa è molto rischiosa perchè ad un banchetto per strada potrebbe presentarsi chiunque, anche una donna con una tendenza a delinquere – prosegue – come la riconosci una donna che delinque? E se acquista lo spray con lo sconto della Lega per andare a rapinare vecchiette? Gli ultimi due episodi accaduti a Castellanza e Marnate sono esempi capitati proprio a pochi giorni dall’iniziativa lanciata dalla Lega. Sarà sicuramente un caso ma chi mi assicura che i due fatti non abbiano un legame con l’iniziativa leghista?».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da screw

    non metto in dubbio che uno spray al pepe possa tornare utile ad un delinquente per compiere una rapina , il quale fra le altre cose potrà scegliere se usare un bastone,un coltello o magari una pistola.
    é quindi meglio che anche i delinquenti utilizzino uno strumento che non lascia danni permanenti come il pepper spray, piuttosto che altro.

Segnala Errore