Sport e tradizioni, la domenica di Orino fa il pieno

Tante persone hanno visitato il piccolo borgo “aperto” per l’occasione. Taglio del nastro con Nicola Berti per l’Inter Club

Gli antichi mestieri rivivono a Orino

Corti aperte ai turisti delle tradizioni, che in un piccolo borgo nel cuore del Parco Campo dei Fiori hanno potuto trovare un po’ di tutte quelle professioni che un tempo si tramandavano di padre in figlio e che ancora resistono in qualche bottega, a volte grazie alla costanza di giovani che si innamorano di una professione.

Galleria fotografica

Nicola Berti e la curva di Orino 4 di 4

Così l’azienda agricola gestita da un trentenne che vive con tagli della legna e colture biologiche è andata a braccetto con la bottega di un altro giovane, un liutaio.

Ancora la tradizione delle castagne e del miele, e della tradizionale lavorazione del legno.

Una mano decisiva, per questa manifestazione, è arrivata dai privati che hanno aperto le corti delle antiche case nel centro del paese dove sono stati ricreati angoli caratteristici che hanno fatto il paio con un progetto portato avanti dall’amministrazione comunale per la rivalutazione degli antichi mestieri: in numerosi punti del paese sono state riaperte alcune cantine disponibili in via permanente ai visitatori, che grazie ad animazioni e all’illuminazione interna consentono di riscoprire le professioni di un tempo.

C’è stato anche un momento storico per il piccolo paese: l’apertura, nei locali proprio dietro al Comune della sede dell’Inter Club della Val di Matt con un ospite speciale, il campione nerazzurro Nicola Berti che si è intrattenuto assieme ai tanti tifosi, che lo hanno salutato con applausi e fumogeni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 ottobre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Nicola Berti e la curva di Orino 4 di 4

Galleria fotografica

Gli antichi mestieri rivivono a Orino 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore