Standard & Poor’s conferma il rating dell’Italia ma l’outlook è negativo

Il rapporto dell'agenzia di rating conferma la tripla B ma rivede al ribasso l'outlook italiano che passa da stabile a negativo. Da rivedere le stime di crescita dell'Italia

Avarie

L’agenzia Standard & Poor’s non declassa l’Italia e conferma il rating a BBB. L’agenzia di rating rivede però l’outlook al ribasso, da stabile a negativo. Ciò che non convince l’agenzia di rating è il piano economico del governo che rischia di indebolire la performance di crescita dell’Italia. Secondo il giudizio di Standard & Poor’s, il piano economico  rappresenta un’inversione rispetto al precedente consolidamento di bilancio e in parte torna indietro sulla precedente riforma delle pensioni. Inoltre non si aspetta più che il debito italiano rispetto al Pil continui a calare, in quanto per l’agenzia il piano del governo si basa su stime del Pil ottimiste.

Sarebbero dunque le stime di crescita per l’Italia da rivedere all’1,1% per i prossimi due anni, contro l’1,4% previsto in precedenza. A questo si aggiunge l’aumento dei rendimenti sui titoli di Stato italiani che avrebbe effetti negativi sull’accesso delle banche ai finanziamenti sul mercato dei capitali. Infine si prevede per il prossimo anno un deficit al 2,7% del Pil contro il 2,4% calcolato dal governo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore