Truffe e furti nei centri commerciali, tre arresti dei carabinieri

Militari in azione in un negozio di elettrodomestici e ne parcheggio di un centro commerciale per contrastare la microcriminalità

gazzella carabinieri

Centri commerciali della zona sotto controllo dei carabinieri della Compagnia di Legnano. Grazie anche alla collaborazione degli addetti ai negozi i militari hanno effettuato tre arresti.

I carabinieri della Stazione di Cerro Maggiore hanno tratto in arresto un pregiudicato italiano 65enne per tentata truffa, uso di documenti falsi e denunciandolo in stato di libertà anche per porto abusivo d’arma bianca.

Il soggetto si era recato presso l’Unieuro di Cerro Maggiore e, dopo aver scelto un PC da 2000 euro, aveva deciso di accendere un finanziamento utilizzando una carta d’identità contraffatta. L’addetto alla vendita, però, si è insospettito e immediatamente ha contattato i Carabinieri. Una volta giunti sul posto hanno socperto che il documento era contraffatto, svelando la tentata truffa. Inoltre i militari, sottopostolo a perquisizione personale, hanno trovato un coltellino a serramanico nella tasca dell’uomo.

Nelle stesse ore i carabinieri della Stazione di Rescaldina hanno arrestato un extracomunitario 56enne ed una italiana 61enne, entrambi pregiudicati. I due erano stati notati in atteggiamento sospetto dagli addetti alla sicurezza del Centro Commerciale “Auchan” nel parcheggio principale.

Gli uoini dell’arma, prontamente giunti grazie alla chiamata del personale del centro commerciale e nascostisi, hanno notato che i due, con una mossa fulminea e coordinata, avevano rubato uno zainetto da un’auto parcheggiata. In particolare, uno dei malviventi passava vicino ad una macchina forandone una gomma.

Appena giunto il proprietario dell’auto, l’ignara vittima si metteva a sostituire la gomma. In quel frangente la complice, di corsa, apriva uno degli sportelli opposti e tentava di asportare lo zaino, venendo bloccato dai Carabinieri che channo catturato anche il complice. Sono in corso altre verifiche per verificare se i due arrestati, in passato, hanno colpito in maniera analoga nello stesso parcheggio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore