Un seminario per riconoscere e “aiutare” gli alberi pericolanti

Il seminario scientifico vedrà come protagonista il massimo esperto di statica degli alberi, è riservato agli studiosi dell'argomento. La possibilità di riconoscere la pericolosità e consolidare gli alberi ha molte implicazioni, anche legali

Generico 2018

 

Si svolgerà a Varese il prossimo 24 e 25 ottobre un seminario scientifico che vede la presenza di Lothar Wessolly, professore ed ingegnere tedesco, massimo esperto di statica dinamica degli alberi.

Il professor Wessolly, docente all’Università di Stoccarda, ha messo a punto le metodiche di messa in trazione degli alberi (Metodi SIA e SIM) e dei sistemi di consolidamento interno delle chiome. Queste metodiche sono oggi ritenute quanto di più avanzato scientificamente esista per oggettivare il giudizio sulla pericolosità statica di un albero; tema quest’ultimo di grande attualità viste le implicazioni ambientali, ecologiche, ma anche di responsabilità civile e penale che un albero riveste nella nostra società. Il ricercatore darà evidenza dei sui studi, delle sue metodiche e delle recenti acquisizioni in materia.

Il corso è organizzato da Fito-Consult; anche Daniele Zanzi terrà alcune lezioni durante le giornate di seminario e fornirà supporto scientifico al relatore per tutto il seminario.  Luogo dell’evento è Villa Recalcati, sede della Provincia di Varese, dalle 9 alle 17.30: i corsisti saranno ammessi eccezionalmente anche al Parco – attualmente chiuso al pubblico proprio per ragioni di sicurezza legate al verde – dove si svolgeranno alcune prove pratiche per verificare la stabilità di alcuni tra i numerosi esemplari arborei presenti nell’area.

I partecipanti provengono da tutta Italia ed Europa; sono in prevalenza tecnici del settore e ricercatori universitari.
Varese si conferma ancora una volta come polo di primaria importanza per le scienze ambientali applicate.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore