Vieni a giocare con me? Oltre 70 insegnanti all’incontro al Sant’Anna

L'incontro si è tenuto lo scorso 2 ottobre ed è stato incentrato sull’origine, sviluppo e funzione dei giochi da tavolo

Generico 2018

La scorsa settimana è stata caratterizzata, tra l’altro, da un appuntamento info formativo promosso dall’Istituto Comprensivo “Ezio Crespi” di Busto Arsizio (Dirigente Scolastico prof.ssa Cristina Boracchi) con il patrocinio dell’ANPE (Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani) e dall’Osservatorio della Chicco.

L’evento, tenutosi a Busto Arsizio lo scorso 2 ottobre, presso la sala Magna della Scuola Sant’Anna in via Comerio (Istituto Comprensivo “Ezio Crespi”), è stato incentrato sull’origine, sviluppo e funzione dei giochi da tavolo, in particolare in attività di integrazione e inclusione scolastica.

Hanno relazionato l’ing. Luca Borsa, game designer della Chicco, inventore di giochi da tavolo con cui giocano bambini e adulti di tutto il mondo e relatore presso Istituti Scolastici di Busto Arsizio, Politecnico di Torino e Accademia delle Belle Arti di Brera; la dott.ssa Sara Evangelista, pedagogista; e il dott. Roberto Vicario giornalista e direttore editoriale di “Io gioco”.

La platea ha visto oltre settanta docenti di diversi Istituti Comprensivi di Busto Arsizio prendere parte all’appuntamento che è stato particolarmente coinvolgente anche alla luce degli interventi dagli astanti e dei contatti presi da diversi partecipanti, con i relatori, per por eseguire l’approfondimento del tema affrontato.

Ad aprire la sessione informativa è stata la dott.ssa Evangelista che dell’origine e del senso del gioco, dunque del linguaggio adulto e linguaggio bambino e del come “il gioco” possa “superare” talune difficoltà, il tutto supportato dall’esperienza in ambito consulenziale scolastico della stessa relatrice.

È seguito l’intervento del game designer Luca Borsa che ha fatto una panoramica sull’origine e sviluppo del gioca da tavolo e del come oggi lo stessa abbia raggiunto non solo alti livelli di intervento impiego, con tanto di fiere e premi internazionali che da qualche tempo coinvolgono e rendono protagonista anche l‘Italia, ma diventi occasione di recupero dei rapporti interpersonali nonché occasione di crescita/confronto cooperativo. Nel corso del suo intervento Borsa ha anche descritto le caratteristiche e le evoluzioni del gioco da tavolo, o di società, anche e soprattutto alla luce dell’evoluzione dei rapporti e della comunicazione interpersonale, sottolineando la funzione psicologica degli stessi e i correttivi che vengono posti in tal senso.

Roberto Vicario, proseguendo negli interventi, ha posto l’attenzione sul rapporto tra il video game e giochi da tavolo dimostrando come il secondo, affiancando il primo sta portando al recupero della gestione dei rapporti interpersonali e del come si interscambino le evoluzioni al unto che da giochi da tavolo nascono video game e viceversa. La pubblicazione della rivista “Io Gioco” dallo stesso diretta, dimostra come vi sia una particolare attenzione e divulgazione, informazione e formazione sulla nascita (si contano decine di giochi da tavolo nuovi al giorno nel mondo), crescita e diffusione del gioco da tavolo. Esperienze personali dei tre relatori hanno offerto una interessante aneddotica che ha arricchito le loro relazioni, supportate da slide illustrative. Prima del dibattito e della visione di alunni giochi da tavolo portati per l’occasione, la dott.ssa Evangelista ha offerto, con il supporto e il coinvolgimento di Borsa e Vicario, una panoramica su alcune peculiarità dei giochi da tavolo (anche ricorrendo a suggerimenti specifici) per l’intervento integrativo e inclusivo in classe come in altri luoghi che coinvolgano i minori, ma anche i giovani e gli adulti. È stato possibile per gli intervenuti prendere nota di alcuni giochi da tavolo per specifiche esigenze di intervento didattico curriculare o semplicemente di gestione delle attività scolastiche.

A fine incontro, durato due ore, gli intervenuti, per il tramite di Luca Borsa, hanno omaggiato la Scuola dell’Infanzia “Villa Sioli” dell’Istituto Comprensivo “Ezio Crespi” di Busto Arsizio di diversi giochi da tavolo per i propri alunni, nonché è stato distribuito ai partecipanti un fascicolo sulla natura e funzione del gioco da tavolo redatto dall’Osservatorio della Chicco in collaborazione con l’Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore