Al via la 40esima edizione della rassegna di musica sacra

Organizzata dal maestro Sergio Paolini con la collaborazione dell'Amministrazione Comunale, la rassegna propone tre concerti

musica sacra

Prende il via domenica 11 novembre la 40˚ rassegna di Musica Sacra, manifestazione che raccoglie l’eredità e porta avanti la tradizionale proposta della rassegna di Musica Organistica e Polifonica conclusasi nel 2008 con la XXX° edizione.

Organizzata dal maestro Sergio Paolini con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, la rassegna propone tre concerti, in programma nel Santuario di Santa Maria, nella Chiesa di San Michele e nella Chiesa del Sacro Cuore (Frati), le domeniche 11, 18 e 25 novembre alle ore 16.00.

Ai concerti si aggiungono delle lezioni riservate agli studenti delle scuole medie che si svolgono nell’abside della basilica, in modo che i ragazzi possano seguire i movimenti del musicista e dello strumento: “ho visto la meraviglia negli occhi dei giovani” ha ricordato ieri, in occasione della presentazione, l’assessore all’Educazione Gigi Farioli, che più volte ha assistito alle lezioni (negli anni hanno partecipato più di 4.500 bambini, quest’anno saranno 400 circa).

Come ha infatti ricordato l’assessore alla Cultura Manuela Maffioli, l’aspetto didattico ed educativo è parte integrante e sostanziale degli eventi culturali, allo scopo di far crescere il pubblico di domani e abituarlo alla bellezza.

I concerti della rassegna di musica sacra sono parte inoltre del calendario BA Musica, un nuovo pieghevole presentato ieri, che comprende gli eventi musicali delle realtà del territorio che siedono al “tavolo musica”, coordinato dall’assessore Maffioli. Si tratta del numero zero che presenta gli eventi previsti fino a fine dicembre, poi sarà realizzata l’edizione 2019, con gli eventi dei primi sei mesi dell’anno.

“E’ uno strumento che consente di conoscere quali sono i concerti e gli eventi musicali che si svolgono in città e che permette al pubblico di questi eventi, di solito molto fidelizzato verso un unico organizzatore, di seguire anche le proposte di altre realtà e di sperimentare anche generi musicali diversi dal solito” ha osservato Maffioli.

Di seguito il programma di domenica 11 novembre ore 16.00 – Santuario S. Maria e i curricula degli artisti

Irene De Ruvo organo
Michele Santi tromba
Musiche di Charpentier, Pachelbel, Bach,Verdi, Dubois.

MARC-ANTOINE CHARPENTIER (1634-1704)
Prelude  (dal Te Deum)

JEREMIAH CLARKE (1674 – 1707)
The prince of Denmark’s March (dalla Suite for Trumpet)

JOHANN PACHELBEL (1653-1706)
Ciacona in re minore

JOHANN ADAM REINCKEN (1623-1722)
Fuga in sol minore

GIUSEPPE VERDI (1813-1901)
Adagio per tromba

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685-1750)
Canzona in re minore

THÉODORE DUBOIS (1837-1924)
Toccata in Sol maggiore

JEAN BAPTISTE ARBAN (1825-1889)
Fantasia sull’opera Carmen di George Bizet.

Irene De Ruvo Dopo essersi diplomata in Organo e composizione organistica, Clavicembalo e Pianoforte, ha conseguito il biennio superiore in Organo con il massimo dei voti. Ha partecipato a numerosi corsi di prassi d’esecuzione organistica con maestri di fama internazionale. Si è specializzata a Basilea (CH) nel repertorio barocco con il maestro J. C. Zehnder ed ha seguito i corsi di direzione d’orchestra con il maestro P. Gelmini. Ha tenuto concerti presso importanti sedi culturali in Italia e all’estero. Nel 2013 è stata in tournée in Giappone dove è stata chiamata per suonare in concerto e per tenere alcune lezioni d’interpretazione della musica organistica barocca. E’ organista titolare dell’organo meccanico Livio Tornaghi (1850) della chiesa di S. Maria in Carrobiolo di Monza.

Nel 2011, per l’etichetta STRADIVARIUS, ha pubblicato un cd che la vede protagonista, in qualità di direttore al clavicembalo, dell’ensemble strumentale da lei fondato, La Concordanza, nell’esecuzione dei Concerti Grossi di Georg Muffat; nel 2016, per l’etichetta ARCANA – OUTHERE ha registrato l’integrale delle musiche per organo di Giovanni Battista Dalla Gostena, maestro di cappella in San Lorenzo a Genova e ha curato la pubblicazione dell’edizione critica delle musiche. In qualità di ricercatrice e musicologa, nel 2004 ha partecipato al convegno internazionale di studi sulla Milano Spagnola organizzato dal Conservatorio di Como, con un contributo su Carlo Donato Cossoni e la sua attività di maestro di cappella del Duomo di Milano e, nel 2009, al convegno di studi sull’arte organaria dei Lingiardi pavesi organizzato dall’Università di Pavia con una tesi sull’organo Lingiardi di S. Gottardo al Corso di Milano, opus 177.
Nel 2013 con il dott. Mario Manzin ha pubblicato il volume La tradizione organaria nel territorio monzese, primo studio approfondito sulla scuola organaria lombarda.

Michele Santi Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara, diplomandosi con il massimo dei voti e la Lode, sotto la guida del M.ro Prospero Grisendi.. Vincitore del concorso per l’Orchestra Giovanile Italiana “OGI” e finalista per l’Orchestra dei Giovani dell’Unione Europea “EUYO”. Premiato al Concorso Internazionale “Rovere d’Oro” di La Spezia, è tra i vincitori del Concorso Nazionale “Premio Claudio Abbado” XI Premio delle Arti 2015 per la sezione solisti di “Musica Antica”.
Si è perfezionato nello studio della tromba naturale con il M.ro Gabriele Cassone, con il quale ha seguito i corsi presso l’Accademia Nazionale “S. Cecilia” di Roma e la Civica Scuola di Musica di Milano, nonché masterclass con i M.ri Jean-François Madeuf, Andreas Lackner, Edward H. Tarr,
Crispian Steele Perkins, Friedemann Immer, Susan Williams, Marc Bennett. Ha conseguito le lauree specialistiche in Discipline Musicali sia di Tromba Moderna che di Tromba Rinascimentale e Barocca con il massimo dei voti e la Lode, presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, con il M.ro Igino Conforzi.
Collabora con gruppi e orchestre specializzate nel repertorio barocco, classico e romantico. Ha tenuto masterclass di tromba barocca presso l’Academias de Música Histórica de Pamplona (ESP). Al suo attivo consta numerose registrazioni discografiche, radiofoniche e televisive per Deutsche Grammophon, Deutsche Harmonia Mundi, Decca, Ambroisie Naive, Ponderosa, Stradivarius, Opus 111, Tactus, Musiepoca, Radio France, Radio Catalunya, Radio Svizzera, ORF, Rai 1, RAI Radio 3, Polskie Radio, Radio Vaticana. Svolge un’intensa attività concertistica come solista, che lo ha portato a suonare nelle più importanti città, teatri e festivals nazionali ed internazionali (USA, Giappone, Austria, Francia, Germania, Irlanda, Olanda, Spagna, Svizzera, Polonia). E’ fondatore dell’Ensemble Ottoni Romantici, quartetto d’ottoni specializzato nel repertorio ottocentesco eseguito con strumenti originali. Ha recentemente pubblicato per Tactus il CD Trascrizioni d’opera per trombe storiche e organo. Collabora con la casa editrice pian&forte. Cura la direzione artistica del masterclass internazionale di tromba barocca di Terre del Reno (FE).

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 10 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore