Lara Magoni in visita all’Acof: ” Il mondo della moda ha bisogno di voi”

L'assessore regionale alla Moda ha visitato i due istituti dell'Acof Olga Fiorini che offre percorsi di formazione e liceali. Il numero di studenti, però, è decisamente inferiore alle necessità

Lara Magoni in visita all'acof

«Il sistema moda in Lombardia è molto forte. Ora sta a voi crederci: là fuori ci sono decine di posti di lavoro che attendono la vostra energia e passione».
Così Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, ha parlato questa mattina alle studentesse del percorso professionale moda dell’Acof Olga Fiorini.

Giovani ragazze in formazione già attese dal mondo del lavoro: « Il settore ha decisamente bisogno di numerose figure tecniche – spiega il direttore dell’area professionale Sergio Scaltritti – Secondo le stime del Sistema Moda Italia, nei prossimi 4 o 5 anni usciranno circa 50.000 addetti a fronte, però, di un ricambio generazionale che potrà offrire soltanto 20.000 giovani preparati. Il problema esiste: già oggi noi abbiamo aziende che ci chiedono studenti in tirocinio o stage. Purtroppo a molte dobbiamo rispondere che non abbiamo ragazzi».

Il problema, come spesso accade, è più di tipo culturale: « I ragazzi e le loro famiglie sottovalutano le potenzialità legate al nostro percorso formativo. Chi deve disegnare un modello che poi entrerà in produzione ha bisogno certamente di originalità e creatività, ma anche di una preparazione fatta di molte altre voci tecniche che solo questa scuola può ».

Per fare la stilista non basta saper disegnare perchè il modello deve essere adeguato alla produzione: « I nostro modellisti entrano nel mondo del lavoro con stipendi medi e, nel giro di pochi anni – assicura Scaltritti – riescono ad affermarsi e ad avere retribuzioni decisamente elevate. Girano il mondo al seguito di modelle e stilisti sulle passerelle di moda. Oggi , forse, per rilanciare un settore di grande valore economico per il sistema Italia, occorrerebbero trasmissioni televisive pensate ad hoc. Mi riferisco all’enogastronomia che sta vivendo un momento di gloria anche grazie ai reality».

L’Acof, con i suoi 260 iscritti al percorso professionale, a cui si aggiungono altri 100 studenti del liceo della moda, è anche pronto ad ampliare la sua offerta: « Regione Lombardia ha dimostrato di credere in questo percorso. Ci sostiene anche nelle due offerte di alta formazione post diploma ( Its e Ifts) che abbiamo a Milano. Al momento, però, le domande che ci arrivano dai ragazzi sono limitate».

Lara Magoni in visita all'acof

Nella sua visita, l’assessore Magoni ha parlato di rafforzare il sistema moda: « Sarebbe davvero bello dar vita ad un ‘Liceo del Made in Italy’ in grado di coniugare al meglio tutti gli aspetti fondamentali per la realizzazione di un prodotto, dai tessuti al design, integrando perfettamente tutta la filiera. Un settore, quello del design e della moda, in costante crescita, visto che le previsioni dicono che nei prossimi anni potrebbero crearsi oltre 50 mila posti di lavoro nel ramo tessile». 

La lunga visita nelle due sedi di Busto Arsizio ha portato l’assessore a promuovere l’eccellenza di Acof: « Una realtà che rappresenta un motivo di orgoglio per il territorio. Tra l’altro proprio recentemente, nell’ambito dell’evento ‘Fashion Graduate Italia’, due allieve dell’istituto Fiorini hanno ottenuto un importante riconoscimento tra oltre 7000 studenti in tutta Italia”. L’ennesima dimostrazione dell’alto livello di preparazione di questi ragazzi».

di
Pubblicato il 15 novembre 2018
Leggi i commenti

Foto

Lara Magoni in visita all’Acof: ” Il mondo della moda ha bisogno di voi” 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore