Nel mondo del ciclismo e dei suoi atleti con “Wonderful Losers”

La pellicola racconta le imprese, le fatiche e i sacrifici dei gregari entrando all'interno del Giro d'Italia. La proiezione lunedì 17 dicembre, alle 21

Generico 2018

Lunedì 17 dicembre alle ore 21:00 al Cinema Lux di Busto Arsizio verrà proiettato il film documentario Wonderful Losers. A Different World.

Si raccontano le imprese, le fatiche e i sacrifici dei gregari, figure spesso dimenticate del ciclismo, e lo fa in una maniera inedita, entrando per la prima volta all’interno del Giro d’Italia. Il film da voce all’eroismo e all’umanità di questi atleti, che lottano per dare il personale contributo alla vittoria finale del loro capitano. Un bellissimo film che è anche metafora della vita, dove il talento, l’impegno, il sacrificio, non sono messi al servizio del proprio successo, ma di quello della propria squadra.

Candidato dalla Lituania agli Oscar 2019 nella categoria Miglior Film in Lingua Straniera e Miglior Documentario, è diretto a chi ha voglia farsi sorprendere da un’emozionante storia di atleti che sono prima di tutto uomini, pronti a dare una lezione di umiltà che si riflette tanto nello sport quanto nella vita di tutti i giorni, a livello familiare o lavorativo.

Otto anni di lavoro in cui Arunas Matelis ha dovuto affrontare condizioni talora proibitive: misurarsi con uno sport che richiede spirito di sacrificio e dedizione alla causa come nessun altro. L’ultima autorizzazione a girare un documentario sul Giro d’Italia risale a 40 anni fa era il 1973 di Stars and Watercarriers di Jorgen Leth. Per Matelis non si tratta semplicemente di un documentario sul Giro d’Italia. Non si parla di campioni in lotta tra di loro, di maglie rosa o ciclamino, né del doping che da decenni affligge le competizioni più prestigiose. Il punto di vista scelto da Matelis è quello di chi costituisce l’ossatura dello sport stesso: i gregari.

Per molti di noi, i ciclisti che vediamo al fondo del gruppo sono semplicemente dei perdenti. Sono chiamati “water carries”, “domestics”, “gregari” e sacrificano la loro carriera e le possibili vittorie per aiutare i loro leader a vincere le gare. In Wonderful Losers si vengono seguiti questi “Sancho Panza” e ci viene rivelato il mondo sconosciuto di questi splendidi perdenti. I nostri eroi si schiantano, si rialzano e… continuano a correre.

Nessuno ne canterà le lodi e a nessuno di loro toccherà il bacio della Miss al traguardo – tanto che, in una esilarante sequenza, un gregario va a prenderselo da sé il bacio di una spettatrice bionda – ma è qui che si può toccare concretamente la materia di cui è fatto il ciclismo su strada. In Wonderful Losers i suoni e i rumori provengono dal basso, in continuazione, come dei disturbi radio in sottofondo. A contare è ciò che avviene sulla strada, in genere nascosto dalle telecronache, ai margini del ciclismo che conta. Nelle interviste a vari gregari italiani, emerge la matrice proletaria che contraddistingue il più umile tra gli sport competitivi.

Uno sport spesso sgradevole perchè fatto di fango e sudoreWonderful Losers non risparmia niente di tutto questo, anzi lo sottolinea. Alla serata parteciperà anche Daniele Colli uno dei protagonisti del film (ex corridore e gregario) che racconterà la sua esperienza e al quale potranno essere rivolte le vostre domande. I biglietti sono acquistabili su Movieday o presso il cinema la sera della proiezione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore