Quantcast

Openjobmetis “a pedali”: l’azienda sponsorizza la squadra di Ivan Basso

L'agenzia per il lavoro con sede a Gallarate affiancherà il marchio Kometa sulle maglie del team fondato da Alberto Contador

ivan basso rosario rasizza

La Openjobmetis di Gallarate, che da anni lega il proprio nome alla Pallacanestro Varese, entra anche nel mondo del ciclismo e lo fa affiancando il corridore varesotto più importante dell’epoca recente, Ivan Basso.

L’azienda presieduta da Marco Vittorelli e diretta dall’amministratore delegato Rosario Rasizza ha infatti stretto un accordo di sponsorizzazione con il Kometa Cycling Team, formazione spagnola fondata da Alberto Contador (fa capo alla fondazione che porta il nome del grande campione madrileno) in collaborazione proprio con Basso.

La squadra di categoria Continental (la terza in ordine di importanza), ha come primo sponsor un’azienda valtellinese (il salumificio Kometa, appunto), annovera un altro ex professionista di casa nostra nello staff tecnico (il bustocco Dario Andriotto) e ha ingaggiato diversi giovani corridori italiani molto interessanti tra cui il samaratese Antonio Puppio e il binaghese Alessandro Fancellu che gareggeranno nella formazione under 23. Nel novero dei sostenitori del team figurano anche altre aziende di casa nostra come la Elmec di Brunello e la Mapei Sport di Olgiate Olona.

«L’accordo con Openjobmetis va oltre la sponsorizzazione sportiva ed è il risultato della stima reciproca che io e Rosario Rasizza nutriamo da più di due anni» spiega Ivan Basso, che è anche tifoso della Pallacanestro Varese, spesso presente alle partite. «Una collaborazione che mi rende molto felice: sono entusiasta all’idea che il ciclismo entri a far parte di questa grande azienda».

«Il ciclismo è uno sport unico – gli fa eco Rasizza – mette al centro la passione, l’impegno e la dedizione per la propria maglia. È uno sport che veicola valori importanti e che consente di creare dinamiche di appartenenza a una squadra che trovo molto interessanti e assimilabili al mondo del lavoro. Sostenere Fundación Alberto Contador e il progetto sportivo di due grandi atleti come Alberto Contador e Ivan Basso, rappresenta per noi un’opportunità in più per essere al fianco dei giovani e del talento, che ogni giorno cerchiamo sempre di far emergere e valorizzare».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore