Un tuffo nel Medioevo lombardo con il nuovo fumetto di Tommaso Bianchi

“Il Mistero del Lago” è il titolo della nuova uscita de “Le Storie” di Sergio Bonelli Editore, seconda opera del fumettista di Casciago, in uscita giovedì 13 dicembre

Una nuova uscita a fumetti targata Varese, anzi Casciago.

C’è infatti la firma di Tommaso Bianchi, 38 anni, fumettista dal 2014 nella squadra della “Sergio Bonelli Editore” sulla nuova uscita de “Le Storie” (la numero 75, in edicola, libreria e fumetteria da giovedì 13 dicembre): “Il Mistero del Lago” è la sua seconda opera per la principale e più grande casa editrice di fumetti italiani.

Con la sceneggiatura di Fabrizio Accatino, già autore per Dylan Dog, “Il Mistero del Lago” è ambientata nell’area del lago Gerundo, un’enorme distesa paludosa nel bel mezzo della pianura Padana, dove si consumano una serie di delitti misteriosi. Qualcuno è convinto che a uccidere sia un sanguinario drago che dimora nel fondo del lago. E mentre la paura e il terrore tengono sotto scacco la pianura padana, un baldanzoso guerriero è guidato dal fato fino allo scontro mortale con la bestia, per entrare nel mito. Ma sarà così? Una favola medievale, nera, ironica e crudele, che saprà raccontare le donne, i cavalier, l’arme e gli amori come solo un western crepuscolare potrebbe fare. 

Tommaso Bianchi, alla sua seconda prova con la Bonelli, è un veterano in fatto di draghi.

Infatti una delle sue passioni è proprio il genere fantasy, che non manca di omaggiare con splendide illustrazioni. Già nel 2013 aveva realizzato la copertina del fumetto “Cronache del Seprio”, romanzo grafico che ripercorre leggende, storia e arte nei territori del Seprio, ritraente un cavaliere pronto alla battaglia con un drago spaventoso: «Disegnare la mia prima storia, “Il Sangue dei Mortali”, scritto da Giancarlo Marzano, anche lui autore di Dylan Dog e le Storie, è stata una vera e propria impresa epica. Lunga, ma meravigliosa. Con “il Mistero del lago” – racconta – mi sono trovato a casa, tra draghi, medioevo, fanciulle e colpi di spada, tutto immerso in una incredibile atmosfera».

«Finito il liceo, grazie all’incontro con il maestro Corrado Roi, autore tra le altre cose di Ut e Dylan Dog, ho iniziato ad apprendere l’arte del fumetto. Questa è una terra di grandi matite, c’è un’importante tradizione – racconta Tommaso – . C’è anche un mercato vivo, tanti collezionisti che seguono le uscite e comprano: una delle cose che mi appassiona di più è proprio incontrare i miei lettori, vederli di persona, sentire critiche e apprezzamenti dal vivo. Dopo mesi chiusi in casa a disegnare (la mia giornata, una volta accompagnata la bimba dai nonni, è fatta di 8/10 ore con la matita in mano, weekend compresi in periodo di consegna…), fa bene uscire e partecipare agli eventi aperti al pubblico, festival piccoli e grandi che fioriscono un po’ dappertutto. Spero vi piaccia questo mio nuovo lavoro, io sono molto contento e soddisfatto. Prossimi lavori? Top secret».

“Il Mistero del Lago” è in vendita da giovedì 13 dicembre in edicola, libreria, fumetteria e online su shop.sergiobonelli.it. Venerdì 14 dicembre al “Bonelli Point” di Milano (nel Mondadori Megastore di via Marghera 28) c’è il firma copie con gli autori e a gennaio è previsto un appuntamento anche a Varese: per sapere come e dove, si può seguire la pagina Facebook di Tommaso Bianchi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 dicembre 2018
Leggi i commenti

Video

Un tuffo nel Medioevo lombardo con il nuovo fumetto di Tommaso Bianchi 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore