“Da 19 anni vivo in Francia e lavoro a Disneyland per il topo più famoso del mondo”

Valentina vive in una cittadina a 30 chilometri da Parigi e si è perfettamente adeguata alla vita francese. Torna spesso a Biandronno in veste di turista

valentina brovelli

Valentina ha 38 anni, è partita da Biandronno dove 19 anni fa viveva con la sua famiglia e oggi ha un marito e due bambini. Vive in Francia e lavora alla Disney.

Varesini all'estero

Valentina vive in una cittadina a 30 chilometri da Parigi e si è perfettamente adeguata alla vita francese. Torna spesso a Biandronno in veste di turista: “amo il mio lavoro, peccato sia cosi’ lontano, quello mi manca di più oltre agli affetti famigliari sono le nostre montagne verdi, il blu del lago”

Ecco il suo racconto.

Dopo una vacanza a Parigi e dintorni nel 98 ho provato ad inviare il mio curriculum ad una grande multinazionale vicino a Parigi. Dopo qualche settimana e un colloquio a Torino sono partita da Biandronno, dove vivevo con i miei genitori e mio fratello, per cominciare una nuova esperienza di vita, in un’appartamento messo a disposizione dalla società, che dividevo con due colleghe, una ragazza spagnola ed un’altra canadese.

Sono arrivata nell’ottobre 2000 per lavorare alla reception di un hotel in un mondo magico a 30 chilometri da Paris. L’impatto é stato piuttosto forte, già c’era la novità di gestire la vita quotidiana da sola, la spesa, le bollette, le tasse, la televisione con programmi completamente diversi dai nostri e tantissimi nuovi colleghi provenienti da più di 100 paesi nel mondo.

Parlavo già francese, inglese e tedesco ed ho imparato lo spagnolo chiacchierando con colleghi e clienti. È un fortuna poter praticare quasi quotidianamente queste lingue, per lavoro o per svago.


(Valentina ci ha allegato la foto del parco innevato)

Diciannove anni dopo sono ancora qui, sposata con Éric, mamma di due bimbi Thomas e Sofia e lavoro ancora per il topo più famoso del mondo come organizzatrice di eventi per le selezioni del personale, dopo aver lavorato come formatore per i nuovi arrivati negli hotel e come segretaria di un direttore nelle risorse umane. I miei bimbi sono bilingue e trascorrono tutte le vacanze scolastiche (e qui ce ne sono tante) con i nonni sul lago.

Vivo in una cittadina a 30 km da Paris e mi sono perfettamente adeguata alla vita francese, alla baguette venduta con un pezzettino di carta intorno e a vedere i miei colleghi mangiare in mensa la pasta in bianco come contorno di carne e pesce, ma a casa mia tutto è rigorosamente italiano, dai programmi televisivi alla dispensa, ogni volta che veniamo in Italia in macchina torniamo con una spesa tutta italiana.

Sto ancora imparando come funziona il sistema scolastico, i nomi delle classi sono completamente diversi, gli orari, i bimbi francesi non vanno mai a scuola i mercoledì e hanno due settimane di vacanza ogni 8. Il mio lavoro mi permette di prendere ferie ogni volta che sono a casa loro e, con il nostro cagnolino torniamo a Biandronno e facciamo vita da turisti.

Ho scoperto ultimamente luoghi nella nostra bella provincia che non avevo mai visitato quando abitavo ancora in Italia.

Amo il mio lavoro, peccato sia cosi’ lontano, quello mi manca di più oltre agli affetti famigliari sono le nostre montagne verdi, il blu del lago…ma per fortuna possiamo tornare spesso.


In un recente articolo abbiamo scritto di come siano oltre 55mila i varesini che si sono trasferiti all’estero. Proprio come con Valentina ci piacerebbe raccontare, per quanto possibile, chi siano, di cosa si occupano e dove si trovano là fuori nel mondo. Se vivete all’estero e vi piacerebbe mettervi in contatto con noi potete compilare questo modulo, vi contatteremo al più presto. Abbiamo anche aperto un gruppo Facebook per tenerci in contatto, lo trovate qui.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore