Dall’esperienza del Circolino si torna a casa a Viterbo

La storia di VareseNews è una delle oltre cinquanta che compongono DigitaLife. Giovedì 31 gennaio il film prodotto da Varese Web in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo arriva al teatro Caffeina di Viterbo

Generico 2018

Nel 1996, quando a Varese, con il contributo anche di Carlo Galeotti, si aprì il primo cybercaffè della provincia, internet era sconosciuto alla stragrande maggioranza della popolazione e per qualcuno era una moda o peggio ancora una droga.

“Ricordo ancora quando a casa sua, nel 1994, Carlo Galeotti, oggi direttore di Tusciaweb mi fece vedere il primo collegamento alla Rete. – Racconta Marco Giovannelli, direttore del nostro giornale e produttore di DigitaLife – Si dovevano caricare una dozzina di floppy disk, che erano all’interno di un cofanetto di Stampa Alternativa che copiava quello del latte della Parmalat, e da lì si entrava in questo mondo virtuale. Di fantastico c’era poco perché per aprire la Venere del Botticelli ci mettemmo 4-5 minuti. Poi non esistevano domini internet diretti e dovevi cercare grazie alle prime riviste che raccontavano i prodigi della Rete”.

Tre anni dopo quei fatti, Galeotti insieme a Giovannelli e a Michele Mancino fondarono Varesenews. Un fatto curioso che proprio nella terra della Lega due viterbesi e un lucano stavano dando vita a un progetto che avrebbe rivoluzionato l’informazione locale e vent’anni dopo portato al progetto di DigitaLife, il film che racconta i cambiamenti avvenuti nella vita con il digitale.

Tutto comincia al Circolino di Bosto, uno degli spazi storici della città di Varese, quando per connettersi alla rete servivano modem che gracchiavano e andavano a 9,6kb. Quasi nessuno aveva una email e sapeva cosa fosse un browser.

«All’inizio era poco più di un gioco – ricorda Marco Giovannelli, direttore del giornale e produttore del docufilm DigitaLife – e oggi è un’esperienza che dà lavoro a trenta persone in tutto».

La storia di VareseNews è una delle oltre cinquanta che compongono il film prodotto da Varese web in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione ente per lo spettacolo. Una pellicola lunga 75 minuti che affronta il cambiamento attraverso la vita di tante persone che parlano delle proprie esperienze. Un puzzle che con coraggio entra in tanti aspetti senza tralasciare il dolore, la rabbia, la malattia, la morte o fenomeni sociali drammatici come il cyberbullismo. Con questi ci sono tanti momenti anche di leggerezza, bellezza, arte, viaggi, lavoro. Insomma, DigitaLife ha l’ambizione di raccontare lo scorrere della vita con i suoi cambiamenti dovuti all’avvento del Digitale.

LA SERATA DI VITERBO

Dopo le sale piene a Milano, Roma, Varese e il tour in Toscana, giovedì 31 gennaio DigitaLife arriva a Viterbo. La proiezione, organizzata dalla Fondazione Caffeina Cultura ONLUS, si terrà alle ore 18:15 al Teatro Caffeina in via Cavour 9 e vedrà la partecipazione di Marco Giovannelli, direttore del quotidiano VareseNews, presidente di Anso nonché produttore del docufilm DigitaLife.

IL TRAILER

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore