Quantcast

Esperienze e alloggi alternativi: la vacanza “insolita” piace sempre di più

Dai castelli alle ville, dagli chalet alle case sugli alberi: cresce il numero di viaggiatori interessati a nuove possibilità di viaggio anche provando destinazioni meno battute

IL VIAGGIO > Racconti di vacanze alternative

Provare nuove esperienze e scoprire luoghi sconosciuti, uscendo dalle destinazioni “convenzionali” e più blasonate. È quanto propongono ai turisti molte piattaforme online dedicate alle vacanze sulla scia di una tendenza in crescita che trova conferma nei dati e nelle ricerche che riguardano il settore del turismo.

Secondo una recente indagine di Booking.com sarebbero quasi un quarto dei viaggiatori di tutto il mondo (22%)* nel 2019 a desiderare di soggiornare in tipologie di strutture non convenzionali.

La ricerca:

Andare in vacanza offre la possibilità di uscire dalla routine, provare nuove esperienze e, a volte, persino cambiare aspetto. Non c’è quindi da stupirsi se più di un terzo dei viaggiatori (37%)* nel 2019 pensa di soggiornare almeno una volta in una struttura insolita come un castello o una casa sull’albero. Chi viaggia non vuole solo sentirsi ispirato, ma stupire i propri amici. Molti viaggiatori preferiscono infatti optare per tipologie di strutture alternative per esprimere la loro unicità, e il 26% di loro sostiene di preferire gli alloggi particolari sperando di diventare dei veri e propri trend setter.

Il 30%* dei viaggiatori di tutto il mondo pensa di soggiornare in una villa, in un appartamento o in una casa vacanze nel 2019, approfittando anche di un cambio di prospettiva ricco di ispirazione. Questi tipi di alloggi permettono infatti di scoprire i dintorni di una destinazione, sentirsi come a casa e individuare perle nascoste note solo alla gente del posto. Quasi la metà (49%) dei viaggiatori pensa che soggiornando in strutture indipendenti sia possibile vedere zone di una città o di un Paese che altrimenti non avrebbe scoperto.

Soggiornare in alloggi alternativi permette anche di risparmiare e, considerando che molte zone del mondo sono ancora poco battute, questo aspetto sembra incidere molto sulla scelta di chi viaggia. Il 47%** dei viaggiatori italiani, in particolare, pensa infatti che soggiornando in una struttura indipendente sia possibile approfittare del miglior rapporto qualità-prezzo. Olivier Grémillon, Vice Presidente di Booking.com, afferma: “Stiamo notando una chiara tendenza tra i viaggiatori nel provare tipologie di alloggi particolari e sappiamo che ognuno di loro ha un concetto diverso di soggiorno perfetto. Che tu stia cercando un igloo, un accogliente chalet o una villa di lusso, Booking.com offre più di 5,8 milioni di case, appartamenti e altri posti con prenotazione immediata, dandoti la possibilità di aggiudicarti in pochi semplici clic la tua prossima esperienza speciale”.

di
Pubblicato il 17 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore