Gli appassionati di vele d’epoca in convegno al Palace Hotel

Sabato 26 gennaio l'AVEV organizza "Tra legno ed acqua". Tra gli interventi anche un ufficiale della "Amerigo Vespucci" (foto)

veliero amerigo vespucci vele d'epoca nave

Ci sono anche i segreti della mitica Amerigo Vespucci, la celebre nave-scuola della Marina Militare, nel programma del convegno dal titolo “Tra legno ed acqua” organizzato per sabato 26 al Palace Hotel di Varese.

I temi trattati si rifanno al mondo delle imbarcazioni d’epoca, grazie all’organizzazione dell’AVEV, l’Associazione Vele d’Epoca Verbano presieduta dal varesino Alessandro Corti. L’appuntamento – aperto a tutti su preiscrizione (a questo link) – è giunto alla sesta edizione ed è un convegno nazionale sul recupero delle imbarcazioni d’epoca e storiche.

Il programma prevede una lunga serie di interventi a partire dalle 9,30 quando avverrà il saluto affidato al presidente dell’AVEV Corti e allo storico locale professor Giuseppe Armocida. Tra le relazioni più attese quella (14,30) di Gianluca Guarneri, tenente di vascello e capo servizio marinaresco di Nave Vespucci che permetterà ai presenti di scoprire segreti e aneddoti del mitico veliero utilizzato per l’addestramento degli allievi ufficiali dell’Accademia Navale.

Nel pomeriggio si parlerà – tra le altre cose – anche del restauro del Tirrenia II e del recupero del battello Piemonte, il piroscafo a pale che da tanti anni solca le acque del Lago Maggiore. Domenica, per chi lo desidera, è anche possibile effettuare una visita guidata al Piemonte, costruito a Zurigo nel 1904 e attualmente basato ad Arona.
Nel corso del convegno verranno anche proiettate le opere della nota pittrice acquerellista genovese Emanuela Tenti, specializzata in dipinti di barche d’epoca e scafi della tradizione.

La partecipazione al convegno ha un costo di 50 euro e comprende un kit congressuale, la colazione a buffet, il coffee break e il pranzo al tavolo del ristorante liberty del Palace.
Oltre a numerosi sponsor privati, “Tra legno ed acqua 2019” ha ricevuto anche il contributo di Regione Lombardia e il patrocinio dell’Università di Genova, dello Yacht Club Italiano e del FAI, Fondo Ambiente Italiano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore