Nuovo incontro sulla “Cittadella delle emergenze e urgenze” alle Fontanelle

Il progetto prevede la creazione di una sede logistica che possa fungere da cabina di regia per Areu, Protezione Civile e Vigili del Fuoco

fontanelle malnate polo sicurezza

Si è svolto nel pomeriggio di lunedì 14 gennaio un nuovo incontro a Palazzo Lombardia per il progetto del Polo della Sicurezza della provincia di Varese, ovvero la “Cittadella delle emergenze e delle urgenze” che sorgerà alle ex Fontanelle di Malnate e che viene portata avanti dal Vicepresidente del Consiglio regionale Francesca Brianza e dal Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali Emanuele Monti.

Dopo la prima riunione di dicembre, durante la quale era stato incassato il via libera da parte dell’Assessore alla Protezione Civile di Regione Lombardia, Pietro Foroni, oggi il progetto è stato sottoposto, sempre con riscontro positivo, all’Assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori.

“Un incontro molto atteso e fortemente voluto per fare il punto della situazione e proporre un accordo di programma sul nuovo Polo della Sicurezza per la provincia di Varese, che dovrà nascere nei comuni di Vedano Olona e Malnate, nell’area denominata ‘Le Fontanelle’ – spiega il Vicepresidente Francesca Brianza – una struttura necessaria anche per dare una risposta alle gravi emergenze che hanno colpito il territorio del Varesotto: penso ai roghi di questi giorni che hanno inciso in maniera significativa l’animo delle persone da sempre legate ai nostri territori e alle nostre montagne”.

“Il Polo della sicurezza – commenta Brianza – sarà una struttura all’avanguardia che potrebbe servire non solo la provincia di Varese ma tutto il Nord-Ovest della regione e nel quale confluiranno diversi organi di sicurezza, provinciali e regionali. La zona individuata è particolarmente adatta allo scopo in quanto si trova in un punto nevralgico della viabilità sia autostradale che provinciale”.

“L’obiettivo che sto portando avanti è quello di integrare l’Areu nel sistema delle emergenze e urgenze – spiega il Presidente Emanuele Monti – per poter garantire un servizio sempre più efficiente sia per il territorio della nostra provincia, sia per quanto riguarda i territori limitrofi, dal momento che la posizione di questa ‘centrale operativa’, vicino ai collegamenti autostradali, all’aeroporto di Malpensa e alla Svizzera, è assolutamente strategica”.

Presente anche Alberto Barcaro, Consigliere provinciale delegato alla Protezione Civile: “La struttura delle ex Fontanelle è oggi sottoutilizzata e rappresenta quindi una risorsa da potenziare. La stessa Regione Lombardia ha necessità di poter realizzare un centro di gestione delle emergenze di una certa grandezza e il nostro territorio offre questa possibilità. I recenti fatti di cronaca hanno poi dimostrato come una struttura di questo tipo sia fondamentale per affrontare le emergenze”.

Il progetto prevede la creazione di una sede logistica che possa fungere da cabina di regia per Areu, Protezione Civile e Vigili del Fuoco, così da offrire un servizio tra i più efficienti sul territorio regionale.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore