La mostra “Spazi dell’arte” del Jrc di Ispra ha ricevuto un premio internazionale

"Art Spaces” è stato un progetto che unisce scienza e arte sui temi della disattivazione nucleare per la salvaguardia delle generazioni future

spazi dell'arte jrc ispra

La mostra “Art Spaces” promossa dal Jrc di Ispra, che è stata ospitata anche al museo di Masnago nel febbraio del 2018, ha ricevuto un premio internazionale.

Si tratta dell’”Institutional Art Award” per la creatività artistica . Il premio, in particolare, riconosce lo sviluppo dell’arte “in un contesto molto particolare e per l’approccio innovativo utilizzato con le comunità locali per promuovere una comunicazione trasparente”.

Art Spaces” è stato un progetto che unisce scienza e arte sui temi della disattivazione nucleare per la salvaguardia delle generazioni future.

I cinquantadue artisti coinvolti sono intervenuti su un fusto cilindrico d’acciaio nero destinato a contenere i rifiuti radioattivi derivanti dallo smantellamento delle installazioni nucleari del sito del JRC – Commissione Europea di Ispra.

Gli artisti hanno realizzato, attraverso tecniche, materiali e modalità espressive assai diversi, strettamente legato alla propria cifra stilistica altrettante opere che si sono misurate gli obiettivi del programma di smantellamento del JRC.

L’iniziativa promossa dal Comitato Culturale del Joint Research Centre (JRC) e dal JRC stesso ha ricevuto a Bruxelles, presso il Parlamento europeo.

La cerimonia con la quale la giuria ha premiato “Gli Spazi dell’Arte” si è svolta il 28 novembre 2018 nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, nell’ambito delle iniziative dell’anno europeo del Patrimonio Culturale.

L’ “Art Patrons of the XXI century” Awards si propone di dare riconoscimento e visibilità alle Istituzioni, Fondazioni e Imprese impegnate attivamente nella promozione e sviluppo delle Arti nella società. Sono stati oltre 90 i progetti provenienti da tutto il mondo (tra cui la Gran Bretagna, la Svizzera, il Brasile, gli Stati Uniti, la Nuova Zelanda, il Canada, la Cina, il Portogallo, l’Argentina, la Russia, la Francia, la Germania), presentati da imprese e multinazionali come Volkswagen, Fendi, Bulgari, Banche, Fondazioni, Istituzioni quali la FAO, la Banca Mondiale, università italiane e straniere e realtà impegnate nella promozione dell’Arte e del patrimonio culturale del territorio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.