Le prestazioni assistenziali nel commercio e nel turismo

Le prestazioni assistenziali sono lo spirito che anima gli Enti Bilaterali nel sostenere necessità e bisogni di lavoratori e aziende che operano nel commercio e nel turismo

vario

Le prestazioni assistenziali sono lo spirito che anima gli Enti Bilaterali nel sostenere necessità e bisogni di lavoratori e aziende. Si concretizzano con l’attivazione di una serie di contributi a cifra fissa o con massimale prestabilito stanziati e messi a disposizione di lavoratori e aziende che possono farne richiesta solo in modalità telematica tramite il portale dedicato.

Per il 2019 sono molteplici le novità messe in campo dagli Enti Bilaterali, una serie di nuove Prestazioni Assistenziali per rispondere alle mutate esigenze di lavoratori e imprese del settore.

Per i lavoratori le prestazioni sono suddivise in tre specifiche aree di intervento: Socio-Sanitaria, Istruzione – Formazione e Lavoro.

L’area Socio-Sanitaria offre rimborsi per la nascita del figlio, contributi per chi ha figli disabili, contributi per sostenere i costi relativi al test DNA Fetale e al test delle intolleranze alimentari.

Novità per l’anno 2019 è l’introduzione di un contributo per chi instaura un contratto di lavoro domestico per assistere un familiare.

Nell’area Istruzione-Formazione l’Ente eroga contributi per l’iscrizione dei figli ai primi e secondi anni delle scuole per tutti i cicli scolastici, a partire dal nido fino all’università e rimborsi per il materiale scolastico della scuola primaria, rimborsi per la mensa e rimborsi per l’acquisto di libri scolastici.

Nell’area Lavoro i rimborsi sono rivolti ai lavoratori in aspettativa per gravi motivi familiari, ai lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo e ai lavoratori in cassa integrazione.

Inoltre chi compila la denuncia dei redditi – modello 730- presso uno dei CAAF convenzionati con gli Enti Bilaterali ha diritto ad una scontistica. Novità per l’anno in corso è il rimborso per i costi sostenuti per spese notarile relativamente all’acquisto della prima casa.

Per gli imprenditori e per i soci operanti, una grande novità è rappresentata dalle prestazioni a favore dei titolari/soci, oltre al bonus bebè già in vigore da qualche anno, a partire dal 2019 potranno richiedere, come i lavoratori, le prestazioni legate all’istruzione dei figli agli istituti scolastici.

Altra importante novità del 2019 è l’introduzione sempre per i titolari/soci di un contributo per coloro che, per la prima volta, aderiscono alla Mutua Ospedaliera Commercianti www.cmovarese.it .

Per le aziende l’Ente eroga, ormai da parecchi anni, prestazioni legate alla formazione obbligatoria, alla sicurezza nei luoghi di lavoro, rimborsi per danni causati da eventi eccezionali, prestazioni legate alla comunicazione, ad esempio eroga contributi per la realizzazione del sito internet o per la promozione dell’attività commerciale o ancora per l’installazione delle reti wifi.

Contributi per l’acquisto di registratore di cassa, di serrande ed infissi e per le aziende del Turismo contributi per l’acquisto di dehors per esterni o nuove attrezzature.

Per l’anno 2019 sono stati introdotti tre nuovi contributi: per coloro che attivano un piano di welfare aziendale, per le spese relative ai costi per la fatturazione elettronica e per l’assunzione di persone disoccupate, che partecipano ai corsi di riqualificazione organizzati dall’Ente Bilaterale.

Come richiedere le prestazioni?

Le prestazioni possono essere richieste in digitale attraverso il sito internet degli Enti Bilaterali. I lavoratori, grazie a un accordo contrattuale con Edenred, riceveranno voucher digitali caricati sulla Carta Regionale dei Servizi CRS e spendibili negli esercizi convenzionati.

La modalità a “voucher”, unica nel panorama degli enti bilaterali nazionali consente la realizzazione di un “welfare territoriale” in grado di offrire prestazioni assistenziali a migliaia di lavoratori e datori di lavoro del terziario varesino; un sistema, quello dei voucher, al contempo “sussidiario” per le micro piccole imprese non in grado di realizzare piani di welfare aziendali e “integrativo” per le grandi aziende del terziario in possesso di tutte le caratteristiche necessarie per realizzare direttamente piani di welfare aziendale.

Per maggiori informazioni sulle Prestazioni Assistenziali e su come richiederle, visitate il sito internet.

di
Pubblicato il 19 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore