I nomi della Lega per le europee, Max Ferrari e Isabella Tovaglieri i favoriti

Paolo Grimoldi e Matteo Salvini leggeranno a breve la lista di nomi che i militanti leghisti della provincia di Varese hanno espresso come rosa di nomi per le candidature alle elezioni europee di maggio

sede lega varese

Paolo Grimoldi e Matteo Salvini leggeranno a breve la lista di nomi che i militanti leghisti della provincia di Varese hanno espresso come rosa di nomi per le candidature alle elezioni europee di maggio.

L’ha spedita il segretario provinciale Matteo Bianchi accompagnata, però, da alcune considerazioni.

Ma partiamo dai nomi: tra i prescelti dalla base nelle diverse circoscrizioni ci sono, partendo dalle quote maschili, Max Ferrari, Federico Martegani, Maurilio Canton, Matteo Zantomio, Gianfranco Tosi, Gianluigi Cartabia e Alberto Canciani.

Le donne contenute nella lista, invece, sono Francesca Brianza, Cristina Galimberti, Simona Cassarà, Claudia Mazzetti e Isabella Tovaglieri.

Ma se queste sono le indicazioni dei militanti, insieme alla lista dei nominativi Matteo Salvini troverà anche alcune considerazioni fatte dalla segreteria provinciale.

Le prime sono quelle che derivano dal sistema elettorale delle elezioni europee che Bianchi ha fatto presente. In primis quelle sul sistema delle preferenze elettorali che prevede un equilibrio delle quote maschili e femminili. “Per noi significa che la candidatura in lista di Matteo Salvini da un grande vantaggio alle candidate donna e questo va tenuto in considerazione. Subito dopo bisogna fare i conti con i seggi enormi delle europee che impongono la scelta di candidati che abbiano relazioni e siano capaci di aggregare consenso anche fuori dalla provincia”.

“Altra indicazione che ho fatto presente è la tradizione che abbiamo in Lega di mandare avanti persone che abbiano esperienza amministrativa. Insomma – spiega il segretario provinciale -, per ruoli come questo è giusto che ci sia stato un percorso meritocratico e soprattutto tanta gavetta sul territorio. Così come è invece controindicato candidare consiglieri regionali o parlamentari che hanno appena ricevuto la fiducia degli elettori per portare a termine un incarico”.

La sintesi di queste premesse è che i nomi in pole position sembrano essere due: Max Ferrari, già al fianco di Attilio Fontana nell’ultima campagna elettorale regionale, e la vicesindaco di Busto Arsizio Isabella Tovaglieri.

“Il primo ha un importante bagaglio di conoscenze internazionali ma anche tante relazioni sul territorio – dice il deputato di Morazzone -, Tovaglieri, invece, ha esperienza amministrativa e soprattutto è giovane. Non si tratta di una considerazione banale se pensiamo che in Lega i giovani alle europee hanno sempre saputo aggregare consenso, in primis penso a Matteo Salvini quando è stato eletto in Europa”.

La palla ora passa ai vertici del partito, con il presupposto che non è scontato che ci sia un seggio per un varesino.

Tomaso Bassani
tomaso.bassani@varesenews.it

Mi piace pensare VareseNews contribuisca ad unire i puntini di quello straordinario racconto collettivo che è la vita della nostra comunità. Se vuoi sentirti parte di tutto questo sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.