Nuove tratte di Pedemontana: partono le ricerche della diossina nei terreni

Dal 5 all'8 febbraio i tecnici effettueranno dei campionamenti sui terreni coinvolti nel disastro di Seveso del '76 e sopra i quali passerà la tratta B2 dell'autostrada

pedemontana tratta B2

Capire cosa c’è sotto quei terreni è fondamentale per capire quanto costerà costruire le nuove tratte. È per questo che Autostrada Pedemontana Lombarda dal 5 all’8 febbraio effettuerà delle indagini nelle zone che erano state coinvolte dal disastro di Seveso del 1976 che causò una nube tossica di diossina. Si tratta quindi di attività propedeutiche alla redazione del Progetto Operativo di Bonifica e della successiva realizzazione della Tratta B2 dell’Autostrada A36, il cui tracciato prevede un intervento di riqualifica dell’attuale SP ex SS 35 “dei Giovi” che attraversa i territori dei comuni di Barlassina, Meda, Seveso e Cesano Maderno.

L’esecuzione dei sondaggi geognostici, di prelievo top soil e predisposizione di campioni di terreno dalla parte di una Società specializzata sono previsti lungo l’asse stradale della ex SS35 dei Giovi. Gli interventi sulla viabilità necessari allo svolgimento delle attività saranno evidenziati da apposita segnaletica temporanea di cantiere con l’uso di divieti, obblighi e limitazioni, chiusure totali e parziali, a seconda delle necessità e dei flussi di traffico, lungo la SP ex SS 35.

In particolare, verranno effettuati gli interventi di seguito riportati con una tempistica stimata in 4 giorni consecutivi in orario diurno, indicativamente dalle ore 08:30 alle ore 16:30:

–      5 febbraio 2019: parzializzazione corsia di marcia NORD (dal km 139+600 al km 141+250) per la realizzazione dei punti di indagine ubicati in Comune di Cesano Maderno e Comune di Seveso;

–      6 febbraio 2019: parzializzazione corsia di marcia NORD (dal km 141+900 al km 143+250) per la realizzazione dei punti di indagine ubicati in Comune di Seveso e Comune di Meda;

–      7 febbraio 2019: parzializzazione corsia di marcia SUD (dal km 143+700 al km 143+150) per la realizzazione del punto di indagine ubicato in Comune di Meda e parzializzazione corsia di marcia SUD (dal km 142+000 al km 140+00) per la realizzazione dei punti di indagine ubicati in Comune di Seveso e Cesano Maderno (IND INT 11);

–      8 febbraio 2019: chiusura di un ramo dello svincolo Meda Nord per la realizzazione dei punti di indagine ubicati in Comune di Meda ed esecuzione del punto di indagine in Corso Isonzo in Comune di Seveso.

A tutti gli utenti di Autostrada Pedemontana Lombarda e Tangenziale Nord sarà data comunicazione dei lavori anche attraverso specifica informativa su Pannelli a Messaggio Variabile (PMV). Inoltre, tutte le operazioni di indagine saranno costantemente supervisionate dai Dipartimenti di Milano e Monza Brianza dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (A.R.P.A.).

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore