Pro Piacenza escluso dal campionato, la Pro Patria sale al quinto posto

Dopo la gara-farsa di Cuneo la squadra emiliana è stata esclusa dalla Lega Pro. Tutte le gare giocate non verranno tenute valide

pro piacenza pro patria

Ieri – domenica 17 febbraio – a Cuneo si è svolta una delle pagine più tristi del calcio italiano. Il Pro Piacenza, società in crisi societaria con i giocatori in sciopero perché non ricevono da tempo gli stipendi – si è presentato per la gara di campionato di Serie C al “Paschiero” con solo sette giocatori. Il risultato finale è stato un 20-0 altisonante che ha aperto un lungo dibattito.

Parole a parte, oggi la Lega Pro ha preso una decisione netta e inevitabile: l’esclusione dal campionato del Pro Piacenza.

La squadra emiliana quindi, oltre a essere la prima retrocessa del Girone A, quello della Pro Patria, non proseguirà il campionato e tutte le gare del girone di ritorno sono da considerarsi perse a tavolino con il risultato di 3-0. Pro Patria – Pro Piacenza sarebbe in programma il prossimo 16 marzo.

Altro discorso per le partite del girone di andata. Queste ultime, come si legge nella nota ufficiale della Lega Pro, «non hanno valore per la classifica, che viene riformulata senza tenere conto dei relativi risultati».

Una notizia importante per la Pro Patria, che nel girone di andata aveva perso al “Garilli” 2-1. La classifica dei biancoblu non varierà, al contrario delle altre squadre che nel girone di andata contro gli emiliani hanno fatto punti. I tigrotti si ritrovano così al quinto posto con 40 punti, pari merito con la Carrarese, mentre in vetta ora ci sono Arezzo, Piacenza e Pro Vercelli a quota 46.

IL COMUNICATO DELLA LEGA PRO

CLASSIFICA AGGIORNATA: Pro Vercelli, Arezzo, Piacenza 46; Virtus Entella 43; Pro Patria, Carrarese 40; Robur Siena 38, Pisa 36; Novara 35; Pontedera 33; Gozzano 27; Juve U23 26; Olbia 24; Alessandria 23; Pistoiese 21; Albissola 19; Arzachena 17; Cuneo 15; Lucchese 10. Pro Piacenza escluso

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore