Recupero del lago di Varese: nuova riunione allargata alle associazioni

Critico il consigliere del PS Astuti che chiede maggiori fondi per procedere al risanamento

Lago di Varese

Nuova riunione tecnica per il progetto di recupero delle acque del lago di Varese.

Questa mattina, venerdì 22 febbraio, il Comitato di coordinamento per la salvaguardia e il risanamento del Lago di Varese si è riunito a Villa Recalcati su convocazione dell’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo. Alla seduta hanno preso parte anche enti, associazioni, categorie economiche e sociali che saranno coinvolti nelle attività promosse dell’Accordo quadro di sviluppo territoriale (Aqst).

«Abbiamo convocato questa riunione – ha affermato Cattaneo – per ascoltare tutti i soggetti che possono avere proposte e contenuti per migliorare l’Aqst. L’obiettivo è di riportare il nostro Lago ad uno stato delle acque compatibile con la balneazione e con la vita della fauna ittica. Vogliamo recuperare un bene prezioso per il nostro territorio e restituirlo alla piena fruibilità dei cittadini perché torni ad essere un punto di attrazione turistica e una bellezze più significative».

L’accordo prevede di agire su differenti linee: per prima cosa il monitoraggio sulla rete fognaria (oltre mille chilometri) e su oltre 200 sfioratori. Dopo questa analisi saranno definiti gli interventi per iniziare da subito a migliorare il sistema idrico. Verrà anche riattivato il prelievo ipolimnico, ovvero il prelievo delle acque più profonde, cariche di inquinanti e di fosforo perché possano essere riversate fuori dal lago e consentire la riossigenazione del bacino e per contrastare i fenomeni di eutrofizzazione.

«I lavori per il risanamento cominceranno subito – ha concluso Cattaneo – Abbiamo costruito una modalità amministrativa per un impegno concreto di tutti i soggetti». 

Pur riconoscendo l’importanza dell’iniziativa, il consigliere  regionale del PD Samuele Astuti lamenta la penuria di risorse: «In tempi in cui con le analisi costi-benefici bloccano le opere per il Lago di Varese si va in controtendenza, ed è un bene. Anche la Regione ha chiaro che il risanamento del lago è una priorità e sta operando nella giusta direzione, semmai il problema è nelle risorse: da parte della giunta regionale occorre un impegno maggiore».

Il testo dell’accordo sarà sottoscritto venerdì 12 aprile per definire l’impegno formale di tutte le istituzioni coinvolte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore