Un’altra settimana senza “casa” per i piccoli calciatori del Varese

Il dirigente del settore giovanile Paolo Tomasoni ha fatto visita al campo di Casciago, ringraziando la presidente Veronica Orlandi

Generico 2018

I ragazzi del 2006 sgambettano sul campo seguendo schemi e indicazioni del loro mister. Quelli del 2008 fanno lo stesso, dall’altra parte del campo. Fuori i genitori chiacchierano, un po’ persi in una situazione che abbiamo già definito surreale.

Le squadre giovanili del Calcio Varese hanno cominciato un’altra settimana di allenamenti senza una “casa”, chi a Casciago, chi a Calcinate, chi a Laveno, dove cioè ci sono società che hanno teso la mano e dato la disponibilità di spazi da dividere con le proprie formazioni di bambini e ragazzi. Il dirigente del settore giovanile Paolo Tomasoni ha fatto visita al campo di Casciago, ringraziando la presidente Veronica Orlandi per una disponibilità che dura, ad onor del vero, da svariate settimane. Prima si era fatto sentire al telefono, ora è venuto di persona, quando però sembra che la storia della società sia agli ultimissimi sgoccioli.

La sensazione è che la consapevolezza di quanto succede, però, non ci sia del tutto, anzi. I genitori non sanno nulla, parlano tra di loro, hanno i vari mister come riferimento, ma non vanno oltre il campo dove dovranno allenarsi e l’orario. Dalla società non trapelano informazioni nè rassicurazioni di alcun tipo, ammesso che una società ci sia ancora. Domani, mercoledì, a Casciago tocca ad altre squadre del settore giovanile, ai portieri allenati da mister Carmignani e ai piccoli calciatori di Caccianiga, sperando che non sia l’ultimo giorno di allenamento per questi piccoli atleti che con le beghe, le vertenze, i debiti dei “grandi” hanno poco o niente a che fare.

Generico 2018

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore