Appalti al massimo ribasso, la protesta degli addetti alle pulizie degli ospedali

Presidi all'ospedale di Circolo e Tradate, tagliate il 23% delle ore a parità di superficie da pulire. Mercoledì 27 marzo incontro all'ispettorato del lavoro. Filcams Cgil: «Guardate dentro quella gara d'appalto»

sindacato

Lavoratori che guadagnano, quando va bene, 400 euro al mese per un part time. Sono gli addetti al servizio pulizie degli ospedali dell’Asst Sette Laghi, ovvero Circolo, Del Ponte, Tradate, Luino, Cittiglio e Cuasso al Monte. Dopo il passaggio dalla ditta Markas alla CM Service, le loro condizioni di lavoro sono peggiorate e così hanno deciso di organizzare un presidio all’esterno degli ospedali di Varese e Tradate. «Siamo alle solite – dice Livio Muratore della Filcams Cgil – il passaggio è stato decretato da un appalto vinto con il massimo ribasso. I lavoratori si sono ritrovati con un taglio dell’orario di lavoro del 23% a parità di superficie da pulire. E poi c’è il destino di tutto il personale somministrato e quello a tempo determinato che erano impegnati nel vecchio appalto».

Domani, mercoledì 27 marzo, c’è la convocazione delle sigle sindacali (Filcams Cgil e Uil) all’Ispettorato del lavoro nella speranza di raggiungere o meno un accordo relativo al passaggio. «Parliamo di un contratto collettivo che non viene rinnovato dal 2013 e stipendi fermi da anni – conclude Muratore – Quindi noi speriamo che venga prorogato l’appalto alla Markas e chiederemo che si guardi bene dentro quella gara d’appalto».

Nel caso in cui l’accordo all’ispettorato del lavoro non fosse raggiunto, la Fisascat Cisl dei Laghi a sua volta organizzerà un presidio all’esterno dell’ospedale di Circolo per il 27 marzo alle ore 16, e un presidio antistante l’ospedale di Tradate in data 28 marzo sempre alle ore 16.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore