Attacco e difesa, doppia sinfonia Openjobmetis. Cremona si arrende

Eccellente prova dei biancorossi che domano la squadra di Sacchetti fresca di Coppa Italia (83-64). Un successo con tanti protagonisti a partire da Archie, fermato solo dagli arbitri

Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona 83-64

Dal quarto d’ora più brutto a 40′ minuti scintillanti: la Openjobmetis dimentica subito Avellino e si prende anche gli interessi a Masnago, travolgendo una Cremona che non perdeva dai primi di febbraio e che si era anche portata a casa, nel frattempo, la Coppa Italia.
Un supercolpo in ottica playoff quello della squadra di Caja, ma prima ancora che il risultato (83-64 per la cronaca), brilla il modo con cui è arrivato.

Galleria fotografica

Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona 83-64 4 di 31

Sempre avanti nel punteggio, spumeggianti in attacco, implacabili in difesa. E più forti di un arbitraggio che avrebbe fatto – a un certo punto – saltare i nervi al Mahatma Gandhi. Ferrero e compagni sono stati tutto questo e hanno messo alle corde una Vanoli che ha perso in corso d’opera il proprio “cervello”, Travis Diener (caviglia) e non ha trovato un adeguato sostituto in Ruzzier. Ma Meo Sacchetti, con eleganza, ha ammesso che con il regista italo-americano le cose sarebbero migliorate, ma non cambiate contro questa Openjobmetis.

Per rivivere il live della partita CLICCATE QUI.

La vittoria su Cremona vale almeno doppio: i due punti incamerati per la volata playoff pesano in modo particolare, ma con essi arriva anche un 2-0 negli scontri diretti che potrebbe pure tornare buono, perché i gialloazzurri sono attualmente davanti di due sole lunghezze rispetto ai biancorossi i quali hanno tenuto inviolato il proprio campo per la decima volta su dieci contro la società cremonese. Una tradizione alla quale hanno contribuito davvero tutti: da un Archie fermato solo dagli arbitri ad Avramovic, autore di alcune sfuriate pazzesche nella ripresa. Messa in preventivo la solidità di Scrubb e Cain, a far saltare più volte il banco è stato Salumu che si sta caricando a molla per il derby personale di mercoledì prossimo a Ostenda. Quello sarà un primo snodo cruciale per la Coppa, e poi si volerà a Brindisi per un’altra sfida ad alta quota dalle tante storie da raccontare. Ma la Openjobmetis salirà sull’aereo per il Salento con la consapevolezza che – se gioca come stasera – diventa un pessimo cliente per chiunque.

Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona 83-64

COLPO D’OCCHIO

Ben oltre le 4mila persone a Masnago anche in un orario anticipato rispetto al solito, segno che questa squadra continua a piacere e che tutto sommato la presenza di Sacchetti e di Cremona sono ormai considerate una “piccola classica” della stagione. Luci, bandiere biancorosse e tanto tifo alla presentazione delle squadre con immancabile ovazione al Meo. Meno piacevole – parere personale – lo speaker ufficiale che si incarica di lanciare i cori. Discreta presenza di tifosi ospiti ma nulla più.

Archie e Salumu, applausi a scena aperta

PALLA A DUE

Tutti abili per Attilio Caja, compreso Matteo Tambone che era rimasto in tuta mercoledì contro Prishtina per una brutta botta all’alluce. Quintetto senza alcuna variazione sul tema, con Archie rientrato stabilmente in posto 4. Sacchetti sguinzaglia subito l’esperto Diener e l’emergente Ricci, oltre naturalmente a Mathiang nel tentativo – fallito – di mettere in difficoltà Cain a rimbalzo.

Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona 83-64
Il quinto fallo di Archie (e seguenti)

LA PARTITA

Il 10-2 di ingresso per i biancorossi, con tanto Archie, viene presto ricucito da due triple di Diener che però non riescono a riacciuffare Varese. Il vantaggio non decolla ma resta tale per i biancorossi che trovano pronti Scrubb e Salumu e banchettano (7/8 da 2) nell’area ospite fino al 23-13 della prima sirena.
Un vantaggio che non si allarga perché Ricci colpisce da lontano mentre Saunders trova punti importanti. Varese comunque non trema e apre le ali ancora con Archie e Scrubb mentre Avramovic non incanta. Il tiro da 3 però non funziona e così i 7 di vantaggio dell’intervallo (42-35) sono pochi per la mole di gioco vista in campo.
Il bel margine però rischia di andare in fumo dopo pochi minuti della ripresa: gli arbitri fischiano l’ennesimo fallo dubbio contro la difesa biancorossa, a commetterlo è Archie che protesta (non ci pare neppure in modo eccessivo) e si piglia anche tecnico. Quinta penalità per lui e tecnico pure per Caja che vede rosso come i tori. Arriva un po’ di comprensibile sbandamento (fallo in attacco a Iannuzzi nell’azione seguente) in un clima che si fa rovente e che scalda Avramovic: il serbo accende i motori e respinge la Vanoli, trafitta anche da Ferrero in contropiede a fil di sirena (70-59). 

IL FINALE

Si riparte ed è ancora Avramovic show: canestro dal fondo e tripla pazzesca per il timeout immediato di Sacchetti che deve fare a meno di Diener e prova ad andare senza Ruzzier, dannoso. Una situazione tattica difficile che fa venire l’acquolina in bocca alla Openjobmetis: prima Avramovic rimette tre punti, poi Salumu diventa protagonista in difesa. E piazza due giocate offensive clamorose: schiacciata aggirando Crawford e canestro in contropiede da palla rubata con caparbietà. Sono le spallate finali, Cremona capisce di essere già sul pullman e Varese fa festa (83-64).

Caja, vittoria con dedica al papà di Datome

OPENJOBMETIS VARESE – VANOLI CREMONA 83-64
(23-13, 42-35; 60-51)

VARESE: Moore 8 (2-4, 1-6), Avramovic 19 (4-10, 3-6), Scrubb 16 (4-6, 1-3), Archie 17 (4-4, 2-4), Cain 6 (2-3), Iannuzzi, Salumu 10 (5-9, 0-3), Tambone 2 (1-2, 0-1), Ferrero 5 (1-1, 1-4). Ne: Gatto, Natali, Verri. All. Caja.
CREMONA: Diener 6 (0-2, 2-3), Crawford 18 (5-7, 1-4), Aldridge 11 (1-4, 3-6), Ricci 8 (0-1, 2-5), Mathiang 9 (4-8); Ruzzier 1 (0-1, 0-4), Stojanovic 2 (0-1, 0-3). Ne: Ariazzi, Gazzotti. All. Sacchetti.
ARBITRI: Rossi, Giovannetti, Bongiorni.
NOTE. Da 2: V 23-39, C 13-30. Da 3: V 8-27, C 9-27. Tl: V 13-17, C 11-17. Rimbalzi: V 41 (11 off., Cain 14), C 32 (6 off., Mathiang 7). Assist: V 10 (Cain 4), C 14 (Stojanovic 3). Perse: V 7 (Moore 2), C 12 (Ruzzier, Crawford 3). Recuperate: V 7 (Archie, Salumu 2), C 0. Usc. 5 falli: Archie. F. tecnico Mathiang (23.41), Archie e Caja (26.13), Stojanovic 33.51. F. antisportivo a Moore (37-34). Spettatori: 4.256. Incasso: 62.276 euro.

Per rivivere il live della partita CLICCATE QUI.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 17 marzo 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona 83-64 4 di 31

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore