Auto investe una famiglia a piedi, un morto e tre feriti gravi

È accaduto sul ponte tra Intra e Pallanza: il nonno, 54enne, è precipitato dal ponte ed è morto. Gravissima la mamma, in ospedale anche nonna e bambino di due anni

Generico 2018

Uno schianto improvviso, l’auto che travolge un’intera famiglia, nonni, mamma e bimbo di due anni. È successo nella serata di sabato a Verbania, al ponte di Intra. Drammatico il bilancio dell’incidente stradale: morto il nonno 54enne, gravissima la mamma, in ospedale gli altri due sfortunati protagonisti (foto: VerbanoNews).

Erano le 22.40, in corso Mameli a Verbania: un’auto che si stava dirigendo verso il centro cittadino è uscita di strada in pieno rettilineo, ha urtato leggermente un’altra auto che veniva in senso opposto e – salita sul marciapiedi – ha falciato la famiglia di quattro persone che procedeva a piedi.

Facevano parte tutti dello stesso nucleo familiare: Gianni Agosti, classe 1965, residente a Cossogno, è morto sul colpo dopo essere precipitato dal ponte. Il resto della famiglia è finita in ospedale in gravi condizioni: si tratta della nonna 59enne residente a Verbania (Mariella Scarazzini, ricoverata all’ospedale cittadino, con fratture), della mamma 34enne residente a Miami finita a Novara in gravissime condizioni e del figlio di due anni, non in pericolo di vita.

Il conducente dell’auto, un 25enne di Vogogna, S.M., classe 1994, è stato denunciato per il reato di omicidio stradale e lesioni stradali, informa la Questura di Verbania. Sul luogo del sinistro è intervenuto in ausilio personale delle Volanti, mentre i rilievi sono stati effettuati da personale della Polizia Stradale di Verbania che conduce le indagini. Secondo quanto riporta VerbanoNews, il giovane alla guida dell’auto non si trova in stato di fermo e secondo le prime informazioni non è risultato positivo ai test per guida sotto l’effetto di droga o alcol. La Polizia Stradale dovrà ora ricostruire l’accaduto per capire se il 25enne sia stato colto da un malore, da un colpo di sonno o se la causa del tremendo schianto sia da imputare alla velocità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore