Il Baff è alle porte, ecco i film che vedranno gli studenti

Made in Italy -Scuole 2019 suggerisce agli studenti e agli insegnanti sei film che indagano le realtà italiane ma che, soprattutto, si fanno e pongono (agli spettatori) delle domande

Ozpetek al Baff (inserita in galleria)

La diciassettesima edizione del B.A. Film Festival è alle porte (30 marzo-6 aprile) e Paolo Castelli, docente Icma e tra gli organizzatori del festival, presenta il programma della sezione Made In Italy Scuole 2019.

Domande/domani è il tema che verrà declinato partendo da alcune citazioni importanti:

Il vero problema dell’attuale stato della nostra civiltà è che abbiamo smesso di farci delle domande (Zygmunt Bauman)
Vivi le domande ora. Forse poi, in qualche giorno lontano nel futuro, inizierai gradualmente, senza neppure accorgertene, a vivere, a tuo modo, nella risposta (Rainer Maria Rilke)

Quando pensi di avere tutte le risposte, la vita ti cambia tutte le domande (Charlie Brown)

Un film deve essere come un sassolino in una scarpa (Lars Von Trier)

Made in Italy -Scuole 2019 suggerisce agli studenti e agli insegnanti sei film che indagano le realtà italiane in forma di commedia, di favola, di dramma, di tragedia (noir) ma che, soprattutto, si fanno e pongono (agli spettatori) delle domande.

Domande su di noi, sulla società, sulle relazioni (inter-personali, inter-culturali, intergenerazionali), sulla famiglia, sulla scuola, sulle figure educative non parentali, sulle periferie, sull’integrazione, sulla crescita individuale e civile, sulla fede, sulla diversaabilità, sulla povertà, sulla criminalità, sull’adolescenza, sulla giovinezza, sul futuro…

E lo fanno, in sei modi e toni diversi, attraverso la forza (drammaturgica, espressiva, simbolica, allegorica) delle forme e delle figure del linguaggio cinematografico (sguardo, spazio, luci, colori, tempo, suono….).
Perché come Jean-Luc Godard fa dire a un suo personaggio (in Pierrot le fou): “ Il cinema non è ‘le cose’, ma ciò che si trova tra le cose”.

Quanto basta di Francesco Falaschi
Diversa-abilità/ri-abilitazione/carcere/cucina/viaggio/relazioni/leggerezza/auto-stima/
commedia
Troppa grazia di Gianni Zanasi
Visioni/apparizioni/solitudini/fede/razionalità/relazioni/precarietà/paesaggio/acqua/
commedia
La prima pietra di Rolando Ravello
Scuola/inter-cultura/integrazione/relazioni/dialogo/scontro/micro-cosmo/affresco/
commedia
Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio
Madre/figlio/figure non parentali/relazioni/educazione/calcio/passaggi/romanzo di
formazione/futuro/periferie/dramma-turgia
Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher
Comunità/società/relazioni/civiltà/campagna/città/periferie/non-luoghi/innocenza
/povertà/favola/parabola
La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo
Periferie/non-luoghi/amicizia/relazioni/romanzo di formazione/incidenti/coincidenze/
passaggi/destini/fragilità/criminalità/noir/dramma-turgia

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 06 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore