Olimpiadi di Debate: l’Ite Tosi a Roma per difendere i colori della Lombardia

Si svolgerà dal 26 al 29 marzo la seconda Olimpiade organizzata dal Miur insieme a INDIRE. In questi anni sono stati 1300 gli studenti formati nell'arte oratoria

Tornano, dal 26 al 29 marzo le Olimpiadi di debate.  I migliori debaters delle scuole italiane si sfideranno al Grand Hotel Duca D’Este di Tivoli a Roma nel corso di 4 giornate ricche di emozioni. 57 sfide in programma che decreteranno la squadra vincitrice di questa seconda edizione.

Anche la Lombardia sarà presente con il proprio team composto da 4 allievi della ITE E.Tosi di Busto Arsizio, accompagnati dal loro docente coach. I ragazzi dell’istituto di Busto avevano staccato il “pass” per la finale lo scorso gennaio e febbraio durante la fase regionale.

In due anni, la preparazione al debate ha coinvolto oltre 1300 studenti, 440 scuole e 350 docenti in corsi di formazione base e di approfondimento.

 Ma che cosa è il Debate e quali sono le sue finalità? Un dibattito è una discussione formale, governata da precise regole di condotta, nella quale due squadre, composte ciascuna da due o tre studenti, sostengono e contestano un’affermazione data, ponendosi in un campo (PRO) o nell’altro (CONTRO), senza che questa posizione rifletta necessariamente la propria opinione. Caratteristica essenziale del dibattito è quindi data dalla possibilità di essere chiamati a difendere opinioni in contrasto col proprio pensiero, chiedendo quindi allo studente una forma di flessibilità mentale e di apertura alle altrui visioni tanto più necessaria in tempi di rigidità e di aprioristica difesa ad oltranza delle proprie posizioni.

Una pratica consolidata da tempo nelle scuole, nei college e nelle università straniere, tanto che le prime società di dibattito, fondate negli Stati Uniti e nel Regno Unito alla fine dell’ottocento, avevano già allora come finalità principale quella di sviluppare la capacità di “parlare in pubblico e dibattere”.

Un’iniziativa sostenuta e patrocinata dal MIUR. Un ruolo importante e significativo ha svolto e continua a svolgere anche INDIRE, attraverso il Movimento Avanguardie Educative, che annovera il Debate tra le principali idee innovative del Manifesto del Movimento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore