Politiche sociali, 3,25 milioni in provincia di Varese

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini, ha approvato i criteri di riparto e le modalità di utilizzo del Fondo da destinare ai Piani di zona

regione lombardia

38 milioni di euro assegnati a Regione Lombardia dal Fondo Nazionale per le Politiche Sociali, 5.543.507,36 euro dei quali sono destinati a 20 comuni dell’ATS dell’Insubria.

In provincia di Varese sono 3.260751,16 euro, divisi per 12 comuni/ambiti territoriali: Varese 390.529,41 euro, Arcisate 7.359,60 euro, Azzate 535.993,52 euro, Busto Arsizio 188.006,74, Castellanza 195.772,91 euro, Gallarate 313.978,27 euro, Cittiglio 141.244,10 euro, Luino 277.895,52 euro, Saronno 248.521,11 euro, Sesto Calende 275.437,30 euro, Somma Lombardo 465.604,87 euro, Tradate 220.407,81 euro.

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini, ha approvato i criteri di riparto e le modalità di utilizzo del Fondo da destinare ai Piani di zona per la realizzazione delle azioni previste nella programmazione sociale 2018-2020.

RIPARTO FONDI – La programmazione regionale finalizza il 50% all’area di intervento “Infanzia, adolescenza e responsabilità familiare”, il 38% all’area “Disabilità e non autosufficienza” e il 12% all’area “Povertà ed esclusione sociale”. Sono tre le destinazioni dei fondi: € 37.895.196 andranno a finanziare, all’interno della programmazione sociale dei 95 Ambiti territoriali lombardi, i servizi per la presa in carico delle situazioni di fragilità, la promozione di interventi e attività di tutela dei minori con le loro famiglie, l’attività di prevenzione sui territori, il sostegno dei servizi diurni e residenziali, l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e l’assistenza domiciliare. L’importo di € 437.500,00 è finalizzato al finanziamento delle azioni previste dal Programma ministeriale P.I.P.P.I., rivolto a prevenire e contenere il rischio di maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine e € 50.000,00 sono previsti per l’implementazione della Cartella Sociale Informatizzata.

AL CENTRO L’INTEGRAZIONE DELLE RISORSE – “Come Regione Lombardia – ha dichiarato l’assessore alla Politiche sociali Stefano Bolognini – stiamo caratterizzando le nostre azioni sulla base delle integrazione delle risorse nazionali, regionali e territoriali nella logica di costruzione di progettualità sempre più vicine ai bisogni delle persone tenendo conto di una valutazione multidimensionale all’interno del progetto di vita”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore