Il Rugby Varese omaggia Gianmario in una domenica “senza partita”

La gara contro il Lecco, aperta dal commovente minuto di silenzio in memoria di Rossi, è durata solo 16', poi un infortunio all'arbitro ha chiuso l'incontro. Il match verrà rigiocato dall'inizio

rugby varese rugby lecco 2019 minuto di silenzio

Che la partita di rugby in programma la domenica fra Varese e Lecco non sarebbe stata un semplice match di campionato, ma l’ultimo omaggio a Gianmario Rossi, era ovvio già da giovedì, il giorno della prematura scomparsa della ex ala biancorossa. È stato bello rivedere al campo “Levi” di Giubiano i suoi genitori, il fratello Ermete, tanti compagni di squadra e buona parte del pubblico abituale di un decennio fa.

La voglia di far bene in casa varesina, la si leggeva sui volti dei giocatori già prima dell’ingresso in campo, ma il momento più toccante è stato quando l’arbitro Mirco Sergi ha fischiato l’inizio del minuto di silenzio per onorare Gianmario, uno che su quel campo ha lasciato segni importanti dal punto di vista umano ma anche sportivo, con 199 presenze, 92 mete e 1.049 punti totali. Al termine del giro d’orologio, uno scrosciante applauso proveniente della gradinata, ha ribadito il vero significato del match di Giubiano. (foto di Cinzia Ghezzi)

La partita ha preso il via con prevalente possesso di palla da parte dei biancorossi, ma a passare in vantaggio è stato il Lecco che al 12′ dagli sviluppi di una touche ha sfruttato il mal posizionamento di alcuni elementi della difesa varesina, trovando la meta con il con il trequarti centro Luca Alippi, trasformata dall’estremo Daniele Cavallo per il 7 a 0 ospite. Al 16′ il Varese ha risposto costruendo una bella azione al largo, concretizzata da Matteo Fulginiti. Niente da fare per il tentativo di trasformazione eseguito da Emanuele Tamborini. Alla ripresa del gioco, sul 7 a 5 in favore del Lecco, il direttore di gara Sergi ha accusato un problema muscolare alla gamba destra e il dottor Paolo Ermolli non ha potuto far altro che constatare l’infortunio subito dall’arbitro bolognese. La partita è stata rinviata a data da destinarsi e si rigiocherà per l’intera durata, ripartendo dallo 0 a 0. Come un segno del destino, domenica 3 marzo sarà quindi ricordata esclusivamente per il saluto al grande Gianmario Rossi che ha passato la palla un po’ troppo presto.
La prossima gara dei biancorossi sarà disputata il 10 marzo in casa del Piacenza.

Varese: F. Bianchi, R. De Cecilia, Malnati, Genua, Fulginiti, Pandozy, Tamborini, Borello (c.), L. De Cecilia, S. Sessarego, Pellumbi, Spiteri, Gulisano, Dal Sasso, Djoukouehi. Non entrati: Bosoni, Maletti, Castiglioni, Gallo, Banfi, Broggi, Comolli. All.: Stefano Pella e Mario Galante.
Arbitro Mirco Sergi di Bologna (M. Braglia, M. Gilioli).

14a gior. Serie B Girone 1 (le altre partite): Amatori Genova-Bergamo 24-23, Sondrio-Capoterra 48-20, Amatori & Union Milano-Centurioni Lumezzane 13-64, Rovato-Piacenza 69-31, Novara-Monferrato 5-41.
Classifica: Centurioni 66, Rovato 60, Monferrato 57, Piacenza 49, Bergamo* 37, Capoterra 35, VARESE** 29, Lecco* 28, Sondrio 19, A&U MI 12, Amatori Genova 11, Novara 9. Nota: * = una partita in meno.

di
Pubblicato il 05 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore