Vaccinazioni obbligatorie: Salvini chiede la deroga per i bimbi non in regola

Il 10 marzo scadono i termini per la presentazione dei certificati vaccinali. La richiesta del Ministro dell'Interno contestata dall'associazione presidi. Critico il consigliere Astuti

Vaccinazioni

Il tema delle vaccinazioni obbligatorie torna a infiammare il dibattito. Questa volta è stato il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini a rilanciare il diritto dei non vaccinati di frequentare le scuole dell’infanzia.

In una lettera ha chiesto al Ministro della Salute Giulia Grillo di evitare per decreto che questi alunni vengano allontanati dalle aule provocando un trauma. Il prossimo 10 marzo, lo ricordiamo, è previsto il termine ultimo per i genitori chiamati a presentare le certificazioni, un’applicazione precisa di una norma che già più volte ha subito slittamenti, prima con il regime transitorio previsto dalla stesso Ministro Grillo poi da un emendamento inserito nel decreto Milleproroghe.

La richiesta ha sollevato la risposta dura dei dirigenti scolastici. Attraverso il presidente dell’ANP ( associazione nazionale presidi) il mondo della scuola ha ricordato la ratio della norma ( la legge Lorenzin) che mira a salvaguardare i diritti dei bambini che non possono essere vaccinati per patologie nei confronti di quanti, per obiezione, rifiutano la copertura: « Non ci possono essere bambini di serie A e di serie B» ha commentato il presidente Antonello Giannelli.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere regionale del PD Samuele Astuti: « Salvini, a cui piace occuparsi di tutto tranne che della nostra sicurezza, preferisce mettersi dalla parte dei genitori no vax,  irresponsabili che mettono in pericolo i propri figli e la sicurezza pubblica , piuttosto che   difendere i bambini con malattie croniche e immunodepressi, che verrebbero messi in serio pericolo da una decisione del genere».

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.