C’è la mano del regista varesino De Maria dietro “Lo Spietato”, il film Netflix con Scamarcio

Il film è stato diretto da Renato De Maria, già autore di numerose pellicole cinematografiche, che ha trascorso la sua infanzia proprio a Varese, nel quartiere di San Fermo, dove si era trasferita la famiglia emigrata dal sud Italia

de maria lo spietato

C’è la mano di un varesino dietro il nuovo film targato Netflix visibile da pochi giorni sulla piattaforma streaming più famosa del mondo.

Si tratta de “Lo Spietato”, adattamento cinematografico del romanzo “Manager Calibro 9” scritto da Pietro Colaprico e Luca Fazzo, con Riccardo Scamarcio.

Il film è stato diretto da Renato De Maria, già autore di numerose pellicole cinematografiche, che ha trascorso la sua infanzia proprio a Varese, nel quartiere di San Fermo, dove si era trasferita la famiglia emigrata dal sud Italia.

Nel suo nuovo film Netflix De Maria racconta la storia di Santo Russo che cresce nella Milano da bere degli anni Ottanta divenendo uno dei più ambiziosi criminali della ‘Ndrangeta che gestisce il malaffare in città.

Accanto a Riccardo Scamarcio – nel ruolo di Santo Russo – nel film troviamo Sara Serraiocco che interpreta la moglie Mariangela e Alessio Praticò e Alessandro Tedeschi che interpretano rispettivamente i soci di Santo Slim e Mario Barbieri.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore