“Garbosi” e “Giovani Leggende”: i tornei pasquali nacquero così

Paolo Vittori e GIuseppe Livio ripercorrono per VareseNews quel che accadde prima e durante l'edizione inaugurale dei due grandi tornei pasquali di pallacanestro

trofeo garbosi

Oggi tutti gli appassionati di basket (o i genitori di chi ha figli che giocano sotto canestro) conoscono bene i due tornei pasquali organizzati a Varese e provincia nel corso delle festività pasquali.

Il “Trofeo Garbosi”, dedicato all’allenatore del primo scudetto della Ignis (1961) taglia quest’anno il traguardo delle 40 edizioni; il “Giovani Leggende” (con in campo giocatori più grandicelli, oggi under 16) è invece arrivato a quota 30.

Entrambi furono fondati con un altro nome (“Città di Varese” e “Memorial Sergio Rizzi”, con quest’ultimo che divenne “Memorial Barilà”) e sono in parte governati dalle stesse due persone: Paolo Vittori per il Garbosi, Giuseppe Livio per il Leggende, anche se questi due “mostri sacri” sono stati affiancati da validissimi collaboratori, anno dopo anno.

Ma – questo se lo ricordano in pochi, e noi accorriamo in soccorso – come andarono le prime edizioni di Garbosi e Leggende? Lo abbiamo chiesto direttamente ai due interessati, Vittori e Livio, che hanno riavvolto il nastro della memoria raccontando come andarono le cose tanti anni or sono. Sentite cosa ci hanno detto.

VITTORI E IL “GARBOSI”

LIVIO E L’ALLORA “RIZZI”

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 18 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore