La rotonda al Tribunale si farà: “Un progetto entro 60 giorni”

Il consiglio comunale ha votato all'unanimità una mozione che impegna la giunta a realizzare il progetto entro 60 giorni. Unico contrario il Sindaco: "La faremo, ma serve più tempo"

largo giardino busto arsizio

Ora che con la Coop è caduto il tabù, presto una nuova rotonda potrebbe andare a nascere lungo il viale della Gloria. Il consiglio comunale ha approvato infatti una mozione che impegna la giunta a realizzarne una all’altezza del Tribunale e in tempi brevissimi: 60 giorni per il progetto e trovare le risorse nella prima variazione di bilancio. Un’accelerata benedetta da un voto favorevole di tutti i consiglieri comunali con un solo contrario: il sindaco Emanuele Antonelli.

«Dopo la realizzazione di quella della Coop chiedo di rimettere nelle opere in programma il progetto per rotatoria in largo Giardino» ha spiegato Paola Reguzzoni, prima firmataria della mozione presentata a nome della Lega. La consigliera dà alla giunta «60 giorni di tempo per portare il progetto in commissione» ed è proprio su questo limite temporale che si è consumato lo strappo con il sindaco Emanuele Antonelli.

«Quella rotonda è già allo studio e proprio per questo non posso accettare un documento che metta paletti così stringenti» ha detto il sindaco. Ma prima di annunciare il suo voto contrario al progetto Antonelli non ha risparmiato una stoccata a Paola Reguzzoni, assessore nella giunta precedente: «Questo progetto lo avevate immaginato per la prima volta nel 2014 e poi non ne avete fatto più nulla mentre adesso a me date solo due mesi di tempo». Proprio per questo Antonelli ha delineato un piano con tempi più lunghi e concordati con il consiglio comunale. Ma anche questo non è bastato al consiglio comunale che, unitariamente, gli ha voltato le spalle.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 24 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore