Con la telecamera mobile la guerra agli sporcaccioni è più efficace

Primi effetti del minibox di videosorveglianza mobile che da  qualche settimana viene collocato nei punti critici del territorio comunale e in luoghi segnalati dai cittadini

Avarie

(immagine di repertorio)

Video sorveglianza mobile, collaborazione con i cittadini e multe. Così l’Amministrazione comunale di Lavena Ponte Tresa inasprisce la lotta all’abbandono dei rifiuti sul territorio comunale.

A rendere più efficace l’azione della Polizia locale per scovare chi abbandona i rifiuti lungo le strade, nei cestini pubblici e ai margini del bosco, ha contribuito in modo consistente l’acquisto di un minibox di videosorveglianza mobile che da  qualche settimana viene collocato nei punti critici del territorio comunale e in luoghi segnalati dai cittadini.

«In queste settimane, anche grazie alle segnalazioni dei cittadini sono state elevate quattro contravvenzioni per abbandono di rifiuti sul territorio comunale – dice il sindaco Massimo Mastromarino – Dalla prossima settimana la telecamera mobile sarà impiegata in quelle zone dove sono stati depositati sacchi del rifiuto secco non esposti correttamente nel bidone dotato di RFID».

Il nuovo corso si sta registrando efficace, e l’Amministrazione crede molto nel potere deterrente dell’identificazione con la videosorveglianza: «Non serve inasprire le multe – dice Mastromarino – basta la vergogna di essere convocati negli uffici della Polizia locale dove viene mostrata la foto, insieme al verbale della contravvenzione. Certi rossori! Credo che dopo una volta passi la voglia di rifarlo».

Tra gli identificati e multati con la nuova videocamera anche un cittadino svizzero che aveva deciso di esportare i propri rifiuti oltre confine.

 

di
Pubblicato il 02 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore