“Pasquacanestro Varese”: è il momento del “Trofeo Garbosi” e del “Giovani Leggende”

Le Ville Ponti hanno ospitato la cerimonia di presentazione dei due tornei giovanili giunti rispettivamente alla 40° e 30° edizione. Mercoledì 17 (20,30) in Camera di Commercio un convegno con Charlie Recalcati

Tornei pasquali di basket Varese 2019 Trofeo Garbosi Giovani Leggende

Uno – quello più longevo – è giunto alla quarantesima edizione. L’altro, un po’ più giovane ma ormai decisamente maturo, è taglia il traguardo dei trent’anni.  E per la prima volta si sono presentati insieme, dopo tanta corsa parallela. Il “Trofeo Garbosi” e il “Giovani Leggende”, i due grandi tornei di basket giovanili che sono una tradizione consolidata nella nostra provincia nel corso delle vacanze pasquali, hanno vissuto questa mattina (martedì 16) il primo momento ufficiale alle Ville Ponti, un’occasione per svelare le novità e per sottolineare la volontà di lavorare fianco a fianco pur rimanendo – giustamente – due entità distinte.

Le due manifestazioni sono state riunite sotto l’azzeccato titolo “Pasquacanestro Varese” e hanno ricevuto un assist dalla Varese Sport Commission che ha deciso di dare rilievo a eventi che ogni anno portano nel nostro territorio migliaia di persone tra giovani atleti, loro familiari e dirigenti al seguito. I ragazzi sono ospitati nelle famiglie dei giocatori locali, ma è evidente che l’indotto turistico in questi casi sia notevole sotto molti aspetti.

La settimana dedicata al basket giovanile sarà quest’anno aperta da una novità, un convegno organizzato per mercoledì sera (20,30) in Camera di Commercio con alcuni relatori d’eccezione: l’ex c.t. dell’Italia e allenatore dei Roosters, Carlo Recalcati, gli ex giocatori (anche di Varese) Andreas Brignoli e Marcelo Damiao e – aerei permettendo – il ministro dell’istruzione Marco Bussetti, per tanti anni giocatore e allenatore nel mondo del basket provinciale. Poi, dopo l’appuntamento “parlato”, il via a quelli giocati con il consueto tourbillon di partite su una lunga serie di campi sparsi ai quattro angoli del Varesotto.

Tornei pasquali di basket Varese 2019 Trofeo Garbosi Giovani Leggende
Paolo Vittori e Miriam Garbosi

QUARANTA VOLTE TROFEO GARBOSI

Paolo Vittori, da poco Cavaliere della Repubblica, mette da quarant’anni lo stesso entusiasmo nell’allestire il “Garbosi”, intitolato alla memoria dell’allenatore che portò a Varese il primo scudetto nel 1961. «È il trionfo della gioventù, della simpatia e di tutti i ricordi che i ragazzi si porteranno con loro – spiega Vittori, seduto accanto a una commossa Miriam Garbosi – Il torneo è una competizione sportiva ma soprattutto una festa per tutti i ragazzi che partecipano». L’ex ala della Ignis e della Nazionale di basket, da pochi giorni insignito del Cavalierato («Quel giorno vicino a me c’erano due premi Nobel, me lo hanno dato per via della mia attività per la pallacanestro giovanile»), snocciola numeri che lo fanno emozionare: «76 squadre, 8 straniere, 157 partite. In tutto 18mila persone coinvolte a vario titolo» e via dicendo, inframezzando le cifre con i ringraziamenti e qualche stoccata («Dal Coni centrale non mi arriva nemmeno una coppetta. E dire che hanno pigne di libri che mandano al macero e che potrebbero servire per le premiazioni»).

In questo 2019, il Memorial Garbosi si articola su tre tornei: under 12, under 13 e under 14. Dopo il girone eliminatorio, le squadre saranno radunate in tre fasce (Gold, Silver e Bronze) nelle quali saranno assegnati i piazzamenti conclusivi (per capirci, la finale Gold sarà quella assoluta, quella Silver assegnerà il 9° posto e così via). Lunedì dell’Angelo, come di consueto, il gran finale alla Enerxenia Arena di Masnago con le gare per il titolo di Under 13 (ore 9) e Under 14 (ore 10.45) con sfilata conclusiva di tutte le compagini coinvolte. La finale di Under 12 invece sarà a Gallarate (palazzetto di via Sottocosta) nel pomeriggio di domenica.

GIOVANI LEGGENDE, VENTI IN CAMPO

Cinque gironi per venti squadre under 16, questo l’impianto del “Giovani Leggende” (quello che negli anni precedenti si è chiamato “Memorial Rizzi” e “Memorial Barilà”) che è organizzato dalla asd “6 Sport” affiancata dal Basket Bugs Malnate, la società – rappresentata da Fabio Giani – affiliata alla Federazione che fa da supporto tecnico-sportivo. Sei le formazioni straniere a partire dal “solito” Team Ohio che ha vinto le ultime quattro edizioni (otto in tutto); poi la novità dei canadesi dei Kings Toronto, le due squadre tedesche (Urspring e Ludwigsburg), i finlandesi del Hnmky Helsinki e i croati del Kvarner Rijeka/Fiume. Le partite di qualificazione inizieranno nella serata di giovedì e proseguiranno fino alla sera di Pasqua quando ci saranno le semifinali, mentre le finali – ben quattro – tutte concentrate lunedì 22 al palazzetto dello sport di Malnate (dalle 16,30 in avanti, match per il titolo dalle ore 21). «Resta sempre una bellissima cosa vedere la sinergia che si crea tra i ragazzi e le loro famiglie, sono rapporti che durano nel tempo e che siamo felici di coltivare» ha spiegato il segretario della Asd 6 Sport, Patrizio Di Fresco.

Tornei pasquali di basket Varese 2019 Trofeo Garbosi Giovani Leggende
Gianni Chiapparo

IL “GARBOSI” IN UN LIBRO

A margine dell’appuntamento, Gianni Chiapparo ha estratto un “coniglio dal cilindro”, il volume “Noi del Garbosi” scritto di suo pugno ed edito da Sunrise Media. «All’interno ci sono racconti, storie, ricordi di alcuni personaggi di rilievo che in passato hanno giocato o allenato in questo torneo. Venderemo il libro sui campi di gara e al negozio “Triple” di via Manin e il ricavato andrà a sostenere le spese della manifestazione». Chiapparo, che ben conosce i due tornei giovanili di Pasqua, spiega a seguire: «All’interno dei due eventi c’è grande senso dell’amicizia. Oggi purtroppo abbiamo grossi problemi a far arrivare le squadre dall’estero e  abbiamo qualche fatica per l’ospitalità, perché la gente ha paura. Le ambasciate hanno regole sempre più stringenti e questo non aiuta ad avere formazioni straniere. I due tornei per me sono ponti gettati sul mondo, sui ragazzi: sono il nostro futuro ma spetta a noi educarli. Non ce lo dimentichiamo».

Nel corso della presentazione sono inoltre intervenuti l’ideatore del “Giovani Leggende” (allora Memorial Sergio Rizzi), Giuseppe Livio, l’arbitro di lungo corso Viviano Molinari, il presidente di FIP Varese Pietro Tallone, il suo predecessore Giuseppe Rizzi (oggi consigliere FIP Lombardia) e gli assessori allo sport dei tre comuni “capofila” dei tornei: Dino De Simone (Varese), Irene Bellifemine (Malnate) ed Emanuele Marin (Induno Olona).

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore