Il Pd difende la scelta su Biganzoli: “Necessario introdurre elementi di innovazione”

Il direttivo e il segretario Dem spiegano la scelta di convergere verso la proposta centrista, necessaria per contrastare il "riemergere di pericolose derive populiste"

pd

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Partito Democratico di Cardano al Campo sulle scelte fatte per le elezioni amministrative 2019 (vedi qui)

 

Il Partito Democratico di Cardano al campo intende rassicurare i cittadini e i suoi sostenitori che non è accaduta l’apocalisse che pare sia avvenuta leggendo le reazioni seguite all’annuncio della scelta fatta riguardo le prossime elezioni comunali.

Ci stupiscono reazioni di sorpresa e drammatizzazioni secondo cui il partito avrebbe scelto di estinguersi. Niente di tutto questo, il partito democratico e i partiti che lo precedevano nel campo ulivista, hanno partecipato al governo della città negli ultimi 22 anni senza mai presentarsi con la propria bandiera alle elezioni comunali ma partecipando sempre a liste civiche che comprendessero un arco di forze e personalità più ampio, non si capisce quindi la drammatizzazione per una scelta che resta nel solco di una tradizione di collaborazione e inclusione.

Forse queste reazioni dipendono da una visione della politica diversa dalla nostra, qui non ci sono in gioco delle poltrone, che in un comune medio-piccolo sono assai scomode e portano poche gratificazioni personali, ma un’idea di politica basata sul servizio e sull’essere sempre disponibili a mettere in gioco la propria persona, è con questo spirito che lo stesso sindaco rinuncia alla sua carica e il partito non può che apprezzarne la lealtà. Noi la politica la vediamo come un mezzo per attuare dei cambiamenti nella società, o più in piccolo nella nostra città, in modo da avvicinare il più possibile una condizione di vita più libera e solidale per tutti.

Certamente sarebbe più facile presentarsi tutti uniti con la nostra bandiera senza fare lo sforzo di confrontarsi con persone diverse e trovando con loro una sintesi, ma vogliamo evitare di fare scelte narcisistiche e seguire miti di autosufficienza che nel passato, anche recente, hanno provocato un allontanamento del sentimento popolare nei nostri confronti.

Con la proposta del candidato civico Sergio Biganzoli, sappiamo di esporci a un rischio avendo rinunciato al ruolo di guida, ma simili rischi li abbiamo corsi anche in passato ottenendo però di allargare la partecipazione, ad esempio anche Mario Aspesi al momento della sua prima candidatura non era iscritto a un partito ma poi è diventato un modello per molte amministrazioni ed è tuttora un iscritto al nostro partito. Ci mettiamo in gioco un’altra volta in forme nuove per rilanciare il buon governo che ha consentito la crescita e lo sviluppo ordinato della nostra comunità.

Riguardo le precedenti esperienze amministrative non abbiamo niente da rinnegare ma anzi vogliamo apportare a questa nuova proposta politica le competenze e tutte le esperienze positive che hanno caratterizzato gli ultimi 22 anni di governo per i quali ci sentiamo di ringraziare tutti coloro che si sono avvicendati alla guida di Cardano, dai consiglieri agli assessori e ai sindaci, tra i quali l’attuale sindaco Angelo Bellora è sempre stato parte attiva e competente.

Siamo però consci della necessità di introdurre elementi di innovazione e di apertura a una società che cambia e un panorama politico che vede il riemergere di pericolose derive populiste a cui si deve rispondere con solidi valori e capacità amministrative che la nuova proposta politica saprà garantire.

Il direttivo PD di Cardano al campo
Il segretario Massimiliano Zocchi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore