Rinnovare la cucina, 5 progetti da cui farsi ispirare

Se stai pensando di rinnovare la tua cucina ecco i consigli di Homelook.it e degli interior designer interpellati dalla piattaforma specializzata in arredamento e complementi

vario

I consigli di Homeloook.it e degli esperti per migliorare la cucina senza cambiarla

Un percorso interattivo attraverso gli stili della cucina italiana.

Se stai pensando di rinnovare la tua cucina ecco i consigli di Homelook.it e degli interior designer interpellati dalla piattaforma specializzata in arredamento e complementi.

Gli esperti sono intervenuti su 5 ambienti di stili diversi, per mostrarti come fare per dare nuova linfa vitale a questa parte così importante della tua casa.

I 5 progetti di relooking cucina sono accompagnati da grafiche interattive. Scopri con noi l’anima nascosta della tua cucina e rendila più alla moda e di tendenza.

Spazio all’industrial style

Tutti amano il country chic. Il retrogusto dolce di questo stile accompagna il progetto di Cinzia Corbetta, La gatta sul tetto, che ne svela le note più pungenti.

Grande attenzione da parte della designer verso la cappa aspirante, un vero elemento portante delle cucine di questo stile. Il modello originale in legno bianco viene sostituito da un elemento in acciaio inox, che si staglia sul nuovo fondale nero.

L’ambiente accoglie elementi dal sapore industriale, come le sedie azzurre in metallo anticato, che si accostano nel colore all’isola centrale. E poi, ancora, spazio a lampade a sospensione più moderne e lineari.

La pulizia dello stile scandinavo

Benvenuti nei mitici anni ’80. Con Mariana Bettinelli, Interior Notes, entriamo in un tipica cucina dell’epoca, per svelare il suo nucleo più profondo.

Ecco che le linee decise dei mobili fanno posto a elementi più puliti in stile scandinavo, come il tavolo ovale bianco e naturale, accompagnato da sedie dalla comoda seduta in corda intrecciata. Ha un fascino d’altri tempi la credenza in legno, caratterizzata da un disegno che ricalca il corpo di una barca.

Fa la sua comparsa nell’ambiente domestico fulcro di ogni casa una lampada a sospensione dalle linee intramontabili. L’eleganza è di casa anche grazie alla scelta di uniformare il colore delle pareti in grigio.

Tra modernità e tradizione

In equilibrio tra modernità tecnologica e tradizione classicheggiante la cucina rinnovata da Giorgia Congiu, GiCiArch.

La designer si confronta qui con una base dal forte accento nordico, per introdurre elementi più vicini al gusto degli italiani. Come il colore, che fa la sua comparsa sulle pareti, interamente ricoperte di una speciale carta da parati in fibra di vetro.

Le tonalità sono quelle dei grigi e degli azzurri, riprese anche dalle nuove sedie. Imbottite in velluto turchese, si apprestano ad accogliere gli ospiti, illuminati da una discreta lampada a vetro soffiato. E se fuori c’è ancora il sole, con le tende a pacchetto anche l’ultimo raggio riuscirà a far bella mostra di sé.

Più calore con le finiture

Accediamo ora nella cucina rinnovata da Fabio Cipriano ed Emanuela Carratoni, CAFElab architetti, per scoprire come trasformare una datata cucina dai toni freddi in una elegante cucina contemporanea.

Ecco che i designer puntano sui dettagli, introducendo nuovi elementi dalle finiture satinate e cromate, quali lavello, rubinetto e pomelli.  No deciso alle piastrelle diamantate usate in origine per il backsplash. Via libera invece al Marmo di Carrara, che impreziosisce anche il piano.

E poi, ancora, via il contrasto tra il blu e il bianco di basi e pensili. Molto meglio ritinteggiare i mobili in due tonalità dello stesso colore.  Qui la scelta cade sul verde petrolio. La stanza si arricchisce anche di un ampio tavolo e di sedie coordinate, per vivere l’ambiente anche in compagnia.

Minimal ma con personalità

Eccoci ora alle prese con una cucina in cui il minimal raggiunge gli eccessi fino a risultare privo di personalità. Con Martina Cima, Spunti e Virgole, impariamo a dargli corpo dando spazio agli oggetti della quotidianità.

Come l’immancabile macina sale e pepe, coordinato nelle linee essenziali al thermos di design. E poi, ancora, fa bella mostra di sé una tazza in ceramica bianca, da cui farsi cullare nei momenti di relax.

Il piano di lavoro fa spazio anche a una serie di taglieri in legno e vasi con erbe aromatiche. La ricercatezza è di casa con il tappeto in iuta che si accosta delicatamente al lavandino.

E chi più ne ha più ne metta, sulle ampie mensole nere che corrono lungo il piano di lavoro. A spezzare la loro linee decise le lampade in stile industriale dal comodo braccio inclinabile.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore