Un successo il cineforum dedicato al mondo del volontariato

 Il cineforum era tra le azioni del percorso di avvicinamento dei giovani e dei cittadini al mondo del volontariato. Ogni serata ha visto la partecipazione di circa 65/70 persone con una punta maggiore al terzo appuntamento

Alessandro Leone

Martedì 16 aprile si è concluso il cineforum organizzato da EDERA, LAlberoCasa, Gisaf ed RTS. Queste associazioni con il sostegno esterno di Baobab, Cooperativa S.Carlo, la Casa della città solidale e Parco Calimali, nel giugno 2018 hanno partecipato e vinto un bando della Regione Lombardia. Il cineforum era tra le azioni del percorso di avvicinamento dei giovani e dei cittadini al mondo del volontariato. Ogni serata ha visto la partecipazione di circa 65/70 persone con una punta maggiore al terzo appuntamento.

«Il 2 aprile abbiamo visto “Tutto quello che vuoi” un film che ci ha raccontato un pezzetto del mondo dei giovani apparentemente senza alcuna motivazione – raccontano gli organizzatori -. In realtà l’incontro del protagonista con l’anziano (affetto da Alzheimer) al quale si vede costretto a fare da badante, gli aprirà un mondo e risulterà determinante per la sua vita. Gli farà scoprire la poesia, il valore del rispetto e della memoria. L’ultimo film “La mia vita da zucchina” era davvero un piccolo gioiello. Film d’animazione vincitore del Golden Globe per il miglior film d’animazione, ci racconta le storie drammatiche di un gruppetto di ragazzini che si trovano per motivi diversi in una casa famiglia. Dietro ad ogni ragazzo una storia emblematica, tragica ma tratteggiata con mano leggera e mai superficiale nè giudicante. Un esempio di come si possa parlare di temi importanti senza cadere nell’ovvietà dei luoghi comuni o nella tentazione del racconto strappalacrime».

I tre film sono stati commentati dal critico di FilmStudio Alessandro Leone. «Ci ha permesso di leggere tra le sequenze i messaggi di gratuità, l’importanza del mettersi in gioco e di gioia che sono racchiusi nel volontariato e che le associazioni organizzatrici desiderano trasmettere ai cittadini. Siamo certi che ogni film abbia lasciato un piccolo ma significativo segno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore