Voglio ma non posso: gli alunni diventano poeti nel nome di Giacomo

Si è svolta, nell'aula magna della scuola media Dante, la premiazione dell'ottavo concorso dedicato a Giamoco Ascoli, scomparso prematuramente nel 2005

premiazione concorso Ascoli scuola Dante

Lo scorso venerdì, nell’Aula Magna della scuola Dante, a Varese, sono stati proclamati i vincitori del Concorso di scrittura poetica “Giacomo Ascoli”, giunto alla sua ottava edizione. 

Il concorso, promosso dall’Istituto Comprensivo Varese 5 e dalla Fondazione Giacomo Ascoli, è presieduto dalla dirigente Maria Rosa Rossi che, in apertura della serata, ne ha sottolineato l’alto valore educativo nella condivisione di opere e valori che la Fondazione Ascoli veicola. Il concorso si pone come obiettivo la riflessione sui valori della vita e sul suo significato attraverso la scrittura di testi poetici tra gli studenti dell’Istituto Comprensivo Varese 5, ed è dedicato a Giacomo Ascoli, figlio dell’avvocato Marco Ascoli e della professoressa Angela Ballerio, scomparso nel 2005 per un linfoma di non Hodgking. 

468 le poesie pervenute, composte dagli alunni delle classi quarte e quinte delle scuole primarie Baracca, Carducci, Fermi, Morandi e dalle classi prime e seconde della scuola secondaria Dante.

Particolarmente difficile il lavoro della Giuria – composta dalla dottoressa Daniela Tam Baj, dall’insegnante ideatrice del concorso Angela Roscini, dall’Assessore servizi Educativi Rossella Di Maggio, dai giornalisti Chiara Bellifemine e Bruno Melazzini, dalle insegnanti Patrizia Berretta, Dionigi Martinoli, Lidia Munaretti, Mariuccia Nisolli, Antonina Ventura, e da Davide Maffei, volontario della Fondazione Ascoli – che ha premiato 31 componimenti. 

premiazione concorso Ascoli scuola Dante

I versi delle poesie, originali, freschi, briosi, ma anche profondi e ricchi di sentimento rappresentano desideri da raggiungere, significativi vissuti e libera espressione di pensieri. Le professoresse Tam Baj e Roscini, la Dirigente hanno elogiato i ragazzi premiati e i loro insegnanti che hanno saputo stupire tutti gli adulti  affrontando un tema non facile.

Il tema?  “VORREI… MA IO POSSO”, che accomuna i due percorsi letterari dell’Istituto: Progetto poesia Ascoli e Progetto Libriamoci, esprime in pieno la mission” della Fondazione che ha raggiunto con la “Volontà delle Anime Grandi” ciò che nel 2006, quando è nata, era un desiderio.

Nella colorata ed affollata aula magna, addobbata di cartelli con la scritta “LE ANIME GRANDI hanno VOLONTA’…non solo propositi”, le poesie vincitrici del primo e del secondo premio sono state declamate dall’insegnante Lidia Munaretti e dall’attore Antonio Borgato. 

Hanno vinto il primo premio: Emma Bongiovanni (4°B Fermi), Luca Rossi (5°A Morandi), Gaia Vanzulli (1°D Dante), Emmanuele Grasso (2°H Dante). Al secondo posto: Tito Castaldo (4° A Baracca), Federico Galante (5°A Fermi), Sara Lucia Luchena (1°E Dante), Lucrezia Ferrararese (2° F Dante). I terzi arrivati, a pari merito: Ettore Taverna, Gianluca Voza, Costanza Carpano, Elisa Saphira Carabelli, Matteo Guerini, Francesco Chiesa, Ruben Perra (alunni delle classi quarte); Silvia Lotti, Marria Cuccu, Fatima El Majdoubi, Susana Milani, Elisabetta Marku (alunni delle classi quinte); Tommaso Caprioli, Edoardo Lattuada, Alessandro Chiesa, Alessandro Torelli, Margherita Condello, Giacomo Cicioli (alunni classi prime scuola secondaria Dante); Giorgio Ballerio, Sara Altea, Vanessa Zanzi, Nausicaa Bolognese (alunni classi seconde scuola secondaria Dante).

Gli alunni sono stati premiati dall’Assessore ai servizi Educativi Rossella Di Maggio e dalle docenti Mariuccia Nisolli, Rosetta Sciabbarrasi ed Elena Sandroni. Durante la premiazione, inframezzata da brani di musica suonati dagli allievi della scuola Dante, è intervenuta Angela Ballerio, mamma di Giacomo, che ha voluto vicino a sé l’alunno Leonardo Merzario che, nella sua poesia dedicata a Giacomo, ha parlato di sogni e di speranze, quei sogni e quelle speranze concretizzate nel Day Center che Giacomo avrebbe voluto: « Con l’inaugurazione del Day Center Oncoematologico Pediatrico, intitolato a mio figlio Giacomo, abbiamo realizzato un sogno. E questo grazie al contributo disinteressato, amorevole e generoso di tutte le persone che hanno donato il loro tempo e la loro attività all’accoglienza, all’ascolto, al sostegno, all’aiuto dei bambini e delle loro famiglie» ha affermato Ballerio commossa.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Aprile 2019
Leggi i commenti

Foto

Voglio ma non posso: gli alunni diventano poeti nel nome di Giacomo 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.