Amazon apre quattro nuovi siti in Italia e arriva a quota 27

Le nuove quattro aperture entro il 2020. Jeff Bezos ha investito nel Belpaese un miliardo e mezzo di euro tra sedi, centri di sviluppo dedicati, siti logistici, centri di distribuzione, customer service e depositi di smistamento

scatola amazon

Amazon ha previsto l’apertura di quattro nuovi siti  in Italia entro il 2020. Il più grande nascerà a Colleferro vicino Roma. Gli altri sono previsti Castelguglielmo in provincia di Rovigo, a Sant’arcangelo di Romagna (Rimini) e a Spilamberto nel Modenese. (Fonte “Il Sole24 ore”)

Da quando Jeff Bezos ha deciso di investire in Italia, cioè nel 2011, sono 23 i centri Amazon tra sedi, centri di sviluppo dedicati, siti logistici, centri di distribuzione, customer service e depositi di smistamento, aperti per lo più tra il nord e il centro del Paese: si va dal quartier generale di Milano al polo di Roma Portonaccio, passando per i siti delle province di Piacenza, Bergamo, Monza BrianzaVarese, Vercelli, AstiTorino, BolognaPadovaFirenze, Rieti e Cagliari. È prossimo all’apertura il deposito di smistamento di Arzano, in provincia di Napoli, il primo investimento del colosso dell’ecommerce nel sud Italia. In provincia di Varese, a Origgio, già da qualche anno, è attivo un deposito di smistamento.

In Italia Amazon dà lavoro a circa 5.500 persone per un investimento complessivo di un miliardo e 500 milioni di euro. Il primo sito inaugurato in Italia da Bezos è stato il centro di distribuzione di Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza.

Il mercato italiano del commercio online è molto interessante per un operatore del settore, a maggior ragione se si chiama Amazon. L’ecommerce nostrano, secondo quanto pubblicato dall’Osservatorio  eCommerce B2c ,promosso dalla school of management del Politecnico di Milano e da Netcomm, vale infatti 27,4 miliardi di euro, con un incremento nel 2018 del 16%, rispetto al 2017. La crescita del mercato in valore assoluto, pari a 3,8 miliardi di euro, è la più alta di sempre. Gli acquisti online di prodotto valgono 15 miliardi di euro (+25%), mentre i servizi 12 miliardi (+6%). Il turismo (9,8 miliardi di euro, +6%), si conferma il primo comparto dell’ecommerce. Tra i prodotti, si consolidano informatica ed elettronica di consumo (4,6 miliardi di euro +18%) e abbigliamento (2,9 miliardi, +20%) e crescono a ritmi molto interessanti arredamento (1,4 miliardi, +53%) e food&grocery (1,1 miliardi, +34%).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 05 Maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.