Ambiente e sostenibilità fanno breccia tra i candidati alle amministrative

Sala piena a Gemonio e spirito collaborativo tra i tanti aspiranti amministratori che hanno risposto alla chiamata di Agenda21 Laghi e Area MAB Ticino Valgrande Verbano

Area MAB e Agenda21 Laghi si presentano ai candidati

Se la serata organizzata da Agenda21 Laghi può essere considerata un “termometro” sulla attenzione degli amministratori locali verso l’ambiente e la sostenibilità, c’è davvero da essere soddisfatti.
La sala polivalente dell’area feste di Gemonio si è riempita (di lunedì sera) per partecipare a un incontro voluto da Agenda21 Laghi per incontrarsi e confrontarsi con coloro che, a breve, saranno impegnati nella tornata elettorale. Candidati sindaci o consiglieri, attivisti e sostenitori delle tante liste in lizza nella zona del Medio-Basso Verbano hanno risposto “presente” e si sono mostrati attenti e interessati alle valutazioni, alle proposte, ai consigli portati dai tre relatori che hanno animato la prima parte dell’appuntamento.

Galleria fotografica

Area MAB e Agenda21 Laghi si presentano ai candidati 4 di 11

Dopo un breve saluto di Samuel Lucchini, sindaco di Gemonio (comune che non andrà al voto e che quindi è stato scelto come “neutrale” in un momento così delicato per le amministrazioni), è toccato a Luca Colombo raccontare cos’è e cosa sta facendo Agenda21 Laghi in stretta collaborazione con la quindicina di comuni associati. Subito dopo è intervenuta Francesca Trotti per delineare la storia dell’Area MAB Ticino Valgrande Verbano e per sottolinearne le potenzialità. Infine l’intervento del professor Gianluca Ruggieri ha ulteriormente stimolato la platea sulle tematiche dell’ambiente e della sostenibilità.

Uno stimolo raccolto con piacere dai tanti amministratori (o aspiranti tali) presenti in sala, un centinaio abbondante. Chiamati al microfono dal direttore di VareseNews Marco Giovannelli, moderatore della seconda parte dell’incontro, i politici locali hanno rispettato modi, tempi e intenti della serata: nessuna schermaglia politica, nessun comizio fuori luogo, nessun intervento prevaricante. A regnare, anzi, è stato uno spirito collaborativo da parte di persone che – comunque la vedano dal punto di vista politico – sono chiamate a svolgere un servizio al proprio territorio e che spesso sono costrette a fare i conti con problematiche comuni.

Così in molti hanno spinto su due temi: la collaborazione tra amministrazioni confinanti e la necessità di lavorare per uno sviluppo turistico del Verbano e del suo immediato entroterra. Sul primo punto, per esempio, si registra il fronte comune dei candidati dei paesi che si affacciano sulla parte bassa del Lago Maggiore: Francesco Cerutti (Obiettivo Ranco), Milo Manica (Allea – L’Angera che serve) e Federica Della Chiesa (Insieme per Angera) hanno parlato di collaborazione stretta nell’ambito della pulizia delle rive dai rifiuti portati dalle correnti.

Ampio il fronte di chi intende spingere la zona verso un turismo “verde” e sostenibile non solo dal punto di vista ecologico ma anche economico e sociale. Da Matteo Bertinotti (Sesto 2030) ad Andrea Bagaglio (Lista Civica Mercallo); da Stefano Ghiringhelli (VaTaino) a Franco Oregioni (Monvalle Bene Comune) sono stati in molti a spingere verso una maggiore attenzione a chi sceglie il Varesotto per trascorrere un periodo di vacanza. Altro punto sentito è quello della raccolta differenziata (ne ha parlato ad esempio Andrea Tessarolo, di Vivere Mercallo, mentre il candidato sindaco di Vivere Caravate, Nicola Tardugno, ha sottolineato una parte dell’intevento legato all‘Area MAB. Infine non è mancato uno spunto polemico, quello portato da Marco Marzetta che ha puntato il dito sui rischi ambientali che può generare un aeroporto delle dimensioni di Malpensa.

Infine è arrivata la “benedizione” da parte di Ercole Ielmini, veterano della politica locale e attuale sindaco di Laveno Mombello che – ha detto – si ritirerà al termine del mandato. «Fare il sindaco oggi è una cosa un po’ da pazzi ma vedo qui tanta gente che ha scelto di impegnarsi e ciò mi fa piacere. Credo sia importante mettere in pratica i consigli di Agenda21 e soprattutto sia fondamentale evitare divisioni. L’ho visto in molti ambiti: se si lavora a progetti condivisi, i risultati arrivano. E oggi, in questa zona, non possiamo fare altrimenti».

L’incontro è parte del calendario di eventi di “Con VareseNews”: AncheIOConVareseNewsMaggio

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 07 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Area MAB e Agenda21 Laghi si presentano ai candidati 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore